Addio al re della rumba catalana, Peret

Peret, cantante e chitarrista, noto come il re della rumba catalana (il tipico genere di musica festaiola di Barcellona), è morto il 27 agosto: aveva 79 anni.
Proprio quest'estate aveva dato la notizia di essere affetto da un cancro ai polmoni, ma ciò non lo aveva tenuto lontano dalla musica - tanto che in questo periodo stava lavorando a ben due album.
E' deceduto in un ospedale di Barcellona.

Peret in passato aveva descritto il suo genere musicale, la rumba catalana, come un mix di musica gitana, ritmi afro-cubani ed Elvis. Proprio Peret, insieme a El Pescailla, è considerato il fondatore del genere, che era una sorta di risposta al rock'n'roll della comunità gitana di Barcellona.

La sua carriera è iniziata a fine anni quaranta, in un'escalation di fama. Ma nel 1982 Peret aveva deciso di abbandonare la musica per darsi alla religione, diventando pastore evangelista. Nel 1991, però, era tornato alla sua passione, riprendendo a esibirsi e incidere dischi.


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.