Brasile, per i tifosi Mick Jagger è uno iettatore. Perché anche in Italia...

Brasile, per i tifosi Mick Jagger è uno iettatore. Perché anche in Italia...

Se siete fan dei Rolling Stones e appassionati di calcio, auguratevi una cosa sola: che Mick Jagger non tenga alla vostra squadra. Perché - a nemmeno ventiquattr'ore dalla disastrosa prestazione che ha visto il Brasile perdere per sette reti a una contro la nazionale tedesca in occasione della prima semifinale dei Mondiali FIFA 2014 - qualcuno ha già individuato nella voce di "Satisfaction" la causa principale della Caporetto carioca.

Ma andiamo con ordine: ieri sera Sir Mick era rintanato in un vip box dello stadio Mineirao di Belo Horizonte insieme al figlio Lucas, avuto dalla sua ex partner Luciana Giminez, modella e personalità televisiva brasiliana. Benché indossasse un capellino del team inglese, il cantante è stato avvistato e identificato dalla tifoseria locale, che l'ha immediatamente considerato uno dei suoi. Il resto è storia: l'undici di Scolari ha ricevuto una delle più dure lezioni nella storia del calcio brasiliano interrompendo una serie positiva che vedeva la selecao perdere in casa da 39 anni.

Una pura coincidenza? A sentire i tifosi brasiliani, no. Qualcuno, infatti, non ha mancato di snocciolare esempi a sostegno della tesi. Per esempio, in occasione della recente tappa romana dei tour dei Rolling Stones Jagger predisse grandi risultati per la nazionale italiana, che - invece - è stata liquidata direttamente nelle fasi eliminatorie da Uruguay e Costa Rica. Nello stesso girone, è bene ricordarlo, della "sua" Inghilterra, anche lei rispedita in patria ancora prima degli ottavi. Più o meno la stessa cosa è successa in Portogallo: "Vincerete il vostro primo mondiale", preconizzò Jagger al pubblico lusitano, che invece vide la propria squadra venire eliminata al primo turno senza troppi complimenti.

Per i tifosi ancora scioccati dall'umiliazione del Mineirazo, insomma, non ci sarebbero dubbi: Mick Jagger, in uno stadio, dovrebbe mettere piede solo per cantare. In suo soccorso, molto signorilmente, è accorsa la Giminez: "Prima di lanciarvi in campagne di cyber-bullismo, pensate a cosa state facendo", ha ammonito via social l'ex fiamma di Jagger, "Può sembravi una cosa da nulla, ma Mick è una persona come tutti noi. E non merita di essere trattato così dai brasiliani...".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.