Concerti: Metallica a Glastonbury, tra 'Wonderwall' e critiche

Concerti: Metallica a Glastonbury, tra 'Wonderwall' e critiche

Comunque vada, sarà un successo. Perché - se è vero il detto che recita "bene o male, purché se ne parli", dell'esibizione da headliner dei Metallica al prossimo festival di Glastonbury si sta già parlando moltissimo. Soprattutto per bocca di alcuni colleghi dei colossi californiani dell'heavy, che la loro esibizione sul leggendario Pyramid Stage installata sui campi di Pilton non la vedono troppo positivamente. A criticare la scelta del patron della manifestazione Michael Eavis sono stati, per primi, gli Arctic Monkeys, qualche giorno fa: "Al festival non aggiungo nulla", ha spiegato al New Musical Express Alex Turner, ventilando la possibilità che il sound del gruppo statunitense possa non essere gradito agli storici frequentatori della manifestazione. E se anche Bombay Bicycle Circle e l'ex Smiths Johnny Marr hanno avanzato qualche dubbio sull'investitura a headliner dei Four Horsemen, a usare la mano pesante sono stati i Mogwai, che - chi ricorda il loro attacco i Blur - anche via merchandise - lo sa bene - in materia di diplomazia non sono mai stati particolarmente ferrati. "Fanno cagare", ha senza troppi problemi riferito il batterista del gruppo Martin Bulloch a Gigwise, subito incalzato dal compagno di gruppo Barry Burns: "Già. Non vedo l'ora di sentire quel tizio (Lars Ulrich, ndr) suonare di nuovo la batteria: è terribilmente scarso".

E i Metallica? Loro, che ben sanno quante resistenze incontrino in prima battuta gli artisti non conformi a quanto ci si aspetti dalla line-up del Glasto, hanno scelto di giocare la carta dell'ironia, facendo riferimento al primo artista "alieno" a fare breccia nel padre di tutti i festival britannici: "Quando è stato invitato, Jay-Z ha iniziato il suo set con 'Wonderwall' (il classico degli Oasis, ndr), ricordate?", ha detto - scherzosamente - lo stesso Ulrich, "Bene, allora anche noi usciremo a suonare la nostra versione di 'Wonderwall'. Beh, in casi come questi, la cosa migliore da fare è andare là fuori, essere sé stessi ed essere orgogliosi di quello che si sta facendo". Con buona pace dei Mogwai, e degli oltre 3600 aderenti al gruppo aperto su Facebook "Remove Metallica", che chiede la cancellazione del bill del festival della band guidata da James Hetfield.



 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.