Quella volta che Steven Tyler regalò un braccialetto a Cyrinda Foxe

Quella volta che Steven Tyler regalò un braccialetto a Cyrinda Foxe

Vacanze ai Caraibi, nella meravigliosa piccola isola di Saint Martin. Steven Tyler vuole fare una sorpresa alla sua nuova fiamma, Cyrinda Foxe, modella e attrice dalla bellezza magnetica.

Nata da genitori armeni a Santa Monica, in California, si era trasferita da ragazzina a New York, dove aveva lavorato come assistente di Greta Garbo prima di cominciare a frequentare il Max’s Kansas City. Il debutto sul grande schermo era arrivato nel 1977, con "Bad", il film di Andy Warhol; poi, si era fidanzata con David Bowie e dopo aveva sposato David Johansen, il mitico cantante dei New York Dolls.

Mentre era insieme a lui, aveva conosciuto Steven Tyler, che si era subito innamorato di lei. Lei aveva tentennato, poi aveva capito di avere un debole per tutti gli uomini belli che avevano le labbra carnose come quelle di Mick Jagger e che cantavano il rock. Così aveva lasciato Johansen e si era messa con il leader degli Aerosmith.

Steven Tyler era davvero perso, al punto di considerarla certi giorni persino più importante della cocaina. E quella volta, ai Caraibi, aveva pronta la sorpresa. Un favoloso braccialetto tempestato di diamanti e smeraldi. Tyler aveva pensato a un modo originale per consegnare il regalo.

Si spogliò nudo, allacciò il braccialetto alla base del suo membro ed entrò nella stanza dove c’era Cyrinda. Lei strabuzzò gli occhi, lui disse: “E’ per te, dolcezza. Ma vieni a prenderlo. E senza usare le mani”.

 

Questo aneddoto è tratto da “Rock Bazar”, un libro di Massimo Cotto edito da Vololibero Edizioni e Virgin Radio, in uscita martedì 27 maggio al prezzo di 19,90 euro, che raccoglie 575 racconti tratti dall’omonima trasmissione radiofonica che narra storie vere e leggende, eccessi e follie delle rockstar.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.