Oggi in breve 2: Christina Aguilera, Arctic Monkeys, Stone Roses, Ministri

Oggi in breve 2: Christina Aguilera, Arctic Monkeys, Stone Roses, Ministri

Dopo i Coldplay, anche Christina Aguilera aggiunge il suo nome nei crediti della colonna sonora del secondo capitolo della saga di "Hunger games", "La ragazza di fuoco" (in originale, "Catching fire"), atteso nelle sale italiane il prossimo 27 novembre: a darne notizia è stata la stessa cantante per mezzo del proprio account Twitter. "Amo il messaggio di 'Hunger games'", ha scritto l'artista: "'We remain' (questo il titolo del brano registrato per la soundtrack, ndr) è una nuova canzone speciale, un messagio ai miei fan e anche la spiegazione di cosa mi leghi al film".

Il batterista degli Arctic Monkeys Matt Helders si è rotto un osso della mano destra che lo costringerà, fino alla fine del prossimo mese di dicembre, a tenere inserita sotto pelle una piastra di acciaio che - almeno nella speranza dello staff medico che l'ha preso in cura - dovrebbe accelerare le tempistiche di guarigione. Piuttosto rocambolesca, stando al racconto dello stesso Helders al magazine Q, la dinamica dell'incidente che ha portato all'infortunio: "No, non mi sono picchiato con nessuno: non sono una persona irascibile", ha spiegato lui, "E' stato un incidente piuttosto bizzarro, con un muro che non pensavo fosse così duro. Ero ubriaco, stavo facendo casino, e ci ho tirato un pugno contro. L'osso si è spezzato subito, sporgendo dalla mano. La mia ragazza mi ha detto: 'Forse è meglio andare in ospedale'. La mattina dopo mi sono sentito un cretino". Dubbi sulla versione dei fatti riferita da Helders sono stati avanzati dal frontman della formazione di Sheffield, Alex Turner: "Ah, è questo che vi ha raccontato?", ha chiesto il cantante e chitarrista ai cronisti di Q che avevano raccolto la testimonianza del suo compagno, "Sì, a qualcuno ha già raccontato questa storia...".

Bocche cucite, da parte dell'entourage degli Stone Roses (nella foto), circa l'indiscrezione - lanciata dal bassista della stessa band, Mani - che vorrebbe la band simbolo della scena Madchester tornare ad affacciarsi sul panorama discografico, nel 2015, con un nuovo album di inediti in studio, ipotetico e ideale seguito di "Second coming" del 1994: "no comment" è stato il laconico commento dei portavoce del gruppo, interrogati al proposito dalla redazione del New Musical Express. "Sì, stiamo lavorando a un po' di cose... Nel 2015, amico. Nel 2015", era stata la criptica dichiarazione di Mani che aveva lasciato supporre ad un piano per una rentrée discografica dalle band.

Prima di prendersi un periodo di pausa, i Ministri chiuderanno il tour in supporto al loro ultimo album, "Per un passato migliore", con un tour di sette date che partirà il prossimo 16 novembre al New Age Club di Roncade, in provincia di Treviso: la serie di date proseguirà poi alla volta di Bologna (il 22 novembre), Firenze (il 23), Perugia (il 30), Trezzo sull'Adda (il 13 dicembre) e Torino (il 20). La settimana data, per la quale il management del gruppo milanese ha annunciato "sorprese", è ancora in via di definizione. Ad accompagnare on the road il trio lombardo è stata chiamata la giovane formazione perugina Fast Animals and Slow Kids.

Il frontman degli AC/DC Brian Johnson ha visitato questa mattina il quartier generale della Lamborghini, storico marchio automobilistico italiano dal 1998 controllato dal gruppo Volkswagen: l'artista, riferisce l'edizione online del Corriere della Sera, ha visitato gli stabilimenti di Sant'Agata Bolognese dove vengono prodotte le supercar della casa fondata nel 1948 da Ferruccio Lamborghini in compagnia di una troupe di Discovery Channel, emittente per la quale il vocalist conduce una trasmissione dedicata alle auto sportive. La giornata, per Johnson, si è conclusa con una prova su pista - presso il tracciato di Imola intitolato a Enzo e Dino Ferrari - di una Aventador, uno dei modelli di punta della casa emiliana.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.