Michael Eavis, Glastonbury 2014: 'I tre headliner per la prima volta qui'

Michael Eavis, Glastonbury 2014: 'I tre headliner per la prima volta qui'

Vi sembra prematuro a inizio settembre parlare di un festival estivo che avrà luogo tra più di dieci mesi? No, soprattutto sei il festival è quello di Glastonbury, padre di tutti i raduni musicali estivi, decano delle manifestazioni britanniche all'aperto che a conclusione della sua ultima edizione ha visto in azione sul proprio main stage - il leggendario Pyramid - nientemeno che i Rolling Stones.

Le date ci sono già: il 27, 28 e 29 giugno. Ed essendoci già le date, come da tradizione britannica, i bookmaker hanno già aperto le puntate su chi potrebbe essere chiamato a chiudere le tre serate: per il momento, i nomi più gettonati sono quelli di Daft Punk, Foo Fighters e David Bowie.

A dare degli indizi sugli headliner più chiacchierati della scena live mondiale è intervenuto lo stesso Michael Eavis, storico patron della manifestazione, che - a margine della cerimonia di assegnazione degli AIM Awards, tenutasi due sere fa a Londra, ha confidato ai cronisti del New Musical Express come i giochi, per il 2014, siano praticamente già quasi fatti: "I tre headliner, più o meno, sono già stati piazzati", ha ammesso il promoter, "Sono tre band (e il fatto che Eavis abbia utilizzato il termine "bands" lascia supporre che i solisti - come ad esempio Bowie - siano da escludere a priori, ndr) che non hanno mai suonato a Glastonbury".

E sull'importanza delle formazioni convocate l'organizzatore è stato piuttosto chiaro: "Ormai non sono rimasti più tanti gruppi che non hanno mai suonato qui. Prima di andare in pensione, mi piacerebbe portare sul mio palco tutte le band presenti della mia lista dei desideri. Con questi tre ho fatto esattamente questo". Una vera sfida, considerando che l'ultima band apparsa in cartellone al "Glasto", gli Stones, appunto, è considerata tra le fondatrici del rock'n'roll. "Sarà difficile superare quello che abbiamo fatto quest'anno: i Rolling Stones non li puoi superare. Il festival è stato perfetto: anche il tempo è stato bello. Ma non credete che il prossimo non cercheremo di farlo ancora meglio. Ho venti persone che scritturano i giovani gruppi, e io mi occupo degli headliner. Se questi tre dovessero essere confermati in via definitiva, il mio lavoro avrà avuto un senso. E spero che questo succeda molto presto...".  

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.