Comunicato Stampa: A Bologna 'India: musica, danza e cinema'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITÀ DI BOLOGNA
Dipartimento di Musica e Spettacolo

CIMES
Centro di musica e spettacolo

nell’ambito del progetto

I N D I A
musica danza cinema

I GRANDI STRUMENTISTI DELL’INDIA
mostra

lunedi 31 marzo, ore 20 - inaugurazione
1 aprile - 3 maggio, ore 9-14
ex Macello
(via Azzo Gardino 65/a, Bologna)
Ingresso gratuito

Prosegue il progetto "INDIA musica danza cinema" promosso dal CIMES, Centro di musica e spettacolo del Dipartimento di Musica e Spettacolo (DMS) - Università di Bologna. Si tratta di un progetto interdisciplinare, a cura di Tullia Magrini, che si propone di approfondire una delle culture più raffinate e complesse dell’Asia, attraverso una serie di manifestazioni che si svolgeranno senza sosta per tre mesi, spaziando dalla musica, alla danza, al cinema.
Lunedì 31 marzo ore 20 sarà inaugurata la mostra di ritratti dedicata a I GRANDI STRUMENTISTI DELL’INDIA. Sarà aperta dal 1 aprile al 3 maggio, ore 9-14, ingresso libero.
La mostra, a cura dell'Associazione MUSA in collaborazione con l’artista Alessandra Urso, si compone di una galleria di dieci ritratti di grandi strumentisti dell'India del nord, comprende alcuni musicisti famosi anche in occidente (Ravi Shankar, Ali Akbar Khan, Vilayat Khan) e altri strumentisti di fine Ottocento, fondatori di alcune delle più importanti scuole musicali del sub-continente indiano. Fra questi spiccano i leggendari Alauddin Khan e Hinayat Khan. Gli strumenti musicali raffigurati spaziano dal Sitar al Surbahar, dal Sarod al Violino, alle Tabla.
Le arti performative, e la danza in particolare, sono strumenti particolarmente carichi di significato per la rappresentazione dell'idea del femminile (e del suo rapporto con il maschile) in una specifica cultura. L'India, con la sua grande tradizione di danze, fornisce un terreno particolarmente fertile per affrontare la discussione su come il mondo dell'arte riflette e/o trasforma i concetti che modellano le idee dei generi adottati nella vita quotidiana.
L’Associazione culturale MUSA, ha lo scopo di promuovere iniziative di carattere musicale ed artistico di tipo interculturale, al fine di incrementare la conoscenza e favorire i rapporti fra tradizioni musicali europee ed extra-europee, evidenziando analogie e differenze, radici comuni e contrapposizioni.
I ritratti sono opera di Alessandra Urso nota scultrice, pittrice e ritrattista di Padova che già lo scorso anno è stata autrice della "Galleria di Ritratti dei Leggendari Maestri di Tabla" presso la Fondazione Cini - Venezia.
Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.