Comunicato Stampa: Nuovo album dei Marsh Mallows

Comunicato Stampa: Nuovo album dei Marsh Mallows
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Marsh Mallows
Qualcosa Di Nessuno (Urlo Music/EMI, 2003)

Un punk rock veloce ed aggressivo caratterizza il suono dei Marsh Mallows, la giovane formazione riminese giunta al suo secondo album dopo aver già raccolto consensi più che favorevoli con il loro primo Alcatraz del 2002. Il debutto dell’anno scorso, caldamente accolto dal pubblico presente al tour promozionale, aveva portato il gruppo ad esibirsi al fianco dei principali nomi della scena alternative italiana come Shandon, Elio e le Storie Tese, Linea 77, Punkreas, Derozer, Medusa e Persiana Jones.
Nel giro di pochi mesi, grazie al successo di vendite registrato durante i concerti, il disco viene ristampato, e nell’estate dello stesso anno i Marsh Mallows - capitanati dal vocalist Francesco “Jim” Rainone - aprono anche le date italiane di Bad Religion, Ska-P, Dead Kennedys e Undeclinable.
E arriviamo finalmente al presente di Qualcosa Di Nessuno, un cd che riesce a combinare l'hardcore e il punk con risultati mirabili. Sono tredici brani di energia incontenibile (di cui tre scritti in un convincentissimo inglese) che rivelano tutta la tecnica e il cuore di cui il gruppo è capace.
L'album si apre con la deflagrante title-track in rotazione radiofonica proprio in questi giorni (è gia stato disco della settimana su Rock Fm). Ma le sue bellezze non si fermano alla musica. L'altro grande pregio sono i temi contenuti al suo interno. Ci sono molti titoli che affrontano storie di violenze subite (come Abuso, Chiedi scusa) o di dignità perdute (Sarebbe bellissimo e Dimmi perché): con Qualcosa Di Nessuno ci troviamo sulla linea più nobile dell’hardcore impegnato.
Un paio di pezzi “lenti” contribuiscono a movimentare l’equilibrio emozionale del disco: la già citata Abuso e Il lato oscuro arrivano inattese come venti di bonaccia che per qualche minuto rallentano il vortice dei ritmi e delle chitarre. Una splendida seconda prova e un album consigliato sia per la sua graffiante irruenza che per la sua lucida riflessività.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.