L’ensemble toscano dei Les Italiens presenta il suo primo album

E’ stato presentato domenica, 25 gennaio, alla Libreria Feltrinelli di piazza Piemonte, di Milano, “Les Italiens”, primo disco dell’ omonimo ensemble toscano, pubblicato dall’etichetta discografica Forrest Hill, per la collana Mediterraneo.

Sul ridotto palco del megastore c’erano tutti e 10 musicisti che compongono la band, che hanno suonato e presentato al pubblico e alla stampa presente alcuni pezzi del loro CD.
L’orchestra, che ha al suo interno anche una sezione di fiati e un violino, oltre a tastiere, basso elettrico, batteria, percussioni e chitarra, propone delle composizioni originali che spaziano dal jazz alla musica popolare, con frequenti incursioni nel tango, nella musica gitana e nei ritmi più caratteristici della worldmusic.
Guidati dal percussionista Alessandro Di Puccio, i Les Italiens si rifanno ad un immaginario cinematografico nostrano degli anni’50/’60, da Nino Rota a Totò, che emerge frequente nei testi e nelle musiche delle canzoni. Il risultato si concretizza nelle atmosfere e nelle citazioni felliniane (ma non solo), che caratterizzano la loro musica.
Fra le collaborazioni del disco, sono da annoverare quella del versatile pianista jazz Stefano Bollani, che con Gianmaria Testa, Enrico Rava e Banda Osiris è recentemente stato uno dei protagonisti di “Guarda che luna”, spettacolo dedicato a Fred Buscaglione, quella del fisarmonicista Antonello Salis e dell’attore e poeta Carlo Monni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.