I nuovi Doors non ce la fanno: Stewart Copeland si rompe un braccio

Mentre i due più anziani dei ricostituiti Doors godono d'ottima salute, la recluta più giovane, Stewart Copeland, si è rotta un braccio. L'ex Police, da poco esibitosi in Italia, è rimasto vittima di un incidente: pochi giorni fa, mentre percorreva in moto un sentiero nei pressi della sua abitazione nei dintorni di Los Angeles, è caduto rovinosamente al suolo. Mentre non sono da registrare nuovi precisi dettagli sull'album che i "Doors 2" pubblicheranno nel corso del 2003, il management dello strano gruppo, in cui al posto del leggendario Jim Morrison c'è Ian Astbury dei Cult, comunica che il risultato più immediato dell'infortunio è che il primo show programmato è stato cancellato. I "Doors 2" avrebbero dovuto esibirsi il prossimo 8 dicembre a Las Vegas; il concerto scivola al 19 gennaio 2003. Copeland è il rimpiazzo di John Densmore, il quale ha dato forfait per problemi d'udito.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.