La rabbia di Massimo Bubola e i Nomadi, esclusi dal concerto del Primo Maggio

La rabbia di Massimo Bubola e i Nomadi, esclusi dal concerto del Primo Maggio
I Nomadi, che già qualche mese fa si videro negare l’invito a suonare per il Papa a Bologna, polemizzano con Mauro Pagani, direttore artistico del Concerto del Primo Maggio. Dice infatti Beppe Carletti: “Siamo già stati in piazza San Giovanni nel 1996, e ci siamo proposti anche per questa edizione, ma non siamo stati accettati, il tutto senza motivazione. Forse non siamo abbastanza importanti, avendo venduto 200.000 dischi solo quest’anno e avendo oltre 30 anni di carriera alle spalle. Ma non vengano a dirci che i “nomi storici” hanno snobbato l’evento”. Stessa sorte per Massimo Bubola, che afferma: “La scelta dei partecipanti avviene in base a calcoli televisivi. Io non appartengo ad alcuna lobby musicale, e quindi, come già due anni fa, mi hanno “epurato”, nonostante Mauro Pagani mi avesse assicurato di fronte a testimoni che avrei fatto parte del cast. Se poi la scelta è fatta in base all’impegno civile, vorrei sapere qual è la sensibilità sociale delle canzoni di Elisa”.
Risponde Riccardo Corato, produttore esecutivo dell’evento: “Nessuna epurazione: sono state scelte dolorose dovute all’impossibilità di avere sul palco tanti artisti. La polemica sui cantautori non l’abbiamo certo cercata noi, che abbiamo voluto privilegiare la nuova musica italiana”. Gruppi nuovi, quindi: come la PFM, ex gruppo di Mauro Pagani, che chiuderà il concerto?
Dall'archivio di Rockol - Beppe Carletti racconta “MIlleanni”, il nuovo album
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 set
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.