‘Now’ il nuovo disco di Noa

‘Now’ il nuovo disco di Noa
S’intitola “Now” e uscirà venerdì 13 settembre il nuovo album della cantante israeliana Noa. Tredici canzoni, undici inediti e due cover, che raccontano e catturano come degli scatti fotografici quelle che sono state l’emozioni, i cambiamenti e i sentimenti della cantante, mamma da un anno, nell’ultimo periodo.
“Questo disco”, spiega Noa, che ha composto assieme a Gil Dor tutti i nuovi brani del disco, “è stato scritto ‘sotto gli effetti’ della mia gravidanza, del parto e del primo anno di vita di Ayehli, mio figlio. E’ un viaggio che mi ha portato dalla situazione in cui mi trovavo allora a quello in cui mi trovo adesso, appunto: una piccola isola di speranza in un vasto mare d’incertezza”.
Un album che si presenta più intimista rispetto ai precedenti, ma che non trascura temi e aspetti importanti legati alla pace nel mondo, da sempre sostenuta dalla cantante. La nascita del primo figlio, infatti, non ha distolto Noa dalle sue convinzioni e dal suo impegno in favore della risoluzione pacifica dei conflitti, come testimoniano le nuove canzoni “Hawk and sparrow” e la cover dei Beatles “We can work it out”, in cui Noa duetta con due differenti artisti: con il chitarrista africano Lokua Kanza nella prima, con la cantate palestinese Mira Awad nella seconda.
“Ho voluto cantare ‘Hawk and sparrow’, con Lokua per focalizzare l’attenzione sull’Africa. Trovo, infatti, che in questo momento i media trascurino il continente africano e non prestino la giusta attenzione alla tragica situazione delle sue popolazioni. Per questo motivo io e Gil (compagno della cantante e coautore della maggior parte delle sue canzoni) abbiamo chiesto a Lokua, che oltre ad essere nostro amico è un grandissimo chitarrista e cantante, di partecipare al brano”, spiega la cantante.
“Per quel che riguarda ‘We can work it out'”, aggiunge Noa, “ho voluto rifarla perché è una canzone che amo molto e trovo che il messaggio contenuto nel suo testo ('dobbiamo impegnarci perché la vita è troppo breve per perdere tempo in guerre e conflitti') si adatti molto bene alla condizione attuale di israeliani e palestinesi. Ed ho voluto cantarla con Mira, che è una valida e brava cantante palestinese, per dare un messaggio forte e preciso a questo riguardo”.
All’album ha collaborato anche una musicista italiana, la pianista Rita Marcotuli, che ha composto e suonato la musica di “Today”: “In genere”, racconta Noa, “non canto brani scritti da altri, perché non li sento miei e non mi viene spontaneo adattarmi. Ma in questo caso, sono stata io stessa a chiedere a Rita il permesso di scrivere i testi della sua canzone e inciderla, perché ho sentito che era un pezzo che avrei potuto scrivere io”.
Oltre alla cover dei Beatles, l’album ne contiene un’altra, “Eye in the sky”, vecchio successo degli Alan Parsons Project: “Trovo che fare una cover sia un bel modo di esprimersi e mettersi alla prova, perché devi dare un’interpretazione nuova di un brano già cantato da altri. Realizzato da me, il testo di ‘Eye in the sky’, che parla di un rapporto d’amore che finisce, di una ragazza che si rivolge al proprio ragazzo, è diventato un dialogo fra me e me. Il racconto di un momento in cui faccio i conti con me stessa”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.