NEWS   |   Press Kit / 12/09/2002

Comunicato Stampa: 'Padova Posche Jazz Festival 2002'

Comunicato Stampa: 'Padova Posche Jazz Festival 2002'
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

"PADOVA PORSCHE JAZZ FESTIVAL 2002"
17 – 19 ottobre
con

Steve Coleman Five Elements, Maria Pia De Vito - Ralph Towner Duo Dhafer Youssef Electric Sufi, Achirana Trio, Furio Di Castri Outline
e tanti altri artisti

Si svolgerà dal 17 al 19 ottobre 2002 la quinta edizione del "Padova Porsche Jazz Festival", realizzato con il sostegno di Porsche Italia, l’organizzazione dell’Associazione Culturale Miles e il patrocinio del Comune di Padova.
Nel corso delle tre serate in programma nella prestigiosa cornice del Teatro Verdi si ascolteranno artisti di fama internazionale, fra i più quotati esponenti del jazz contemporaneo, ma di rilievo saranno pure gli appuntamenti ‘round midnight al Caffè Pedrocchi, dove saranno di scena alcuni jazzisti italiani di indiscusso valore.
Giovedì 17 la serie di concerti al Teatro Verdi sarà aperta dal collaudato duo formato dalla cantante napoletana Maria Pia De Vito, ormai considerata una delle migliori jazz vocalist europee, e dal chitarrista Ralph Towner, autentico virtuoso della chitarra acustica e fondatore degli Oregon, storica formazione di "confine". Nella stessa serata sarà di scena il gruppo Outline diretto dal contrabbassista Furio Di Castri, uno dei jazzisti italiani con maggior esperienza internazionale, e comprendente il trombettista olandese Eric Vloeimans, il trombonista Gianluca Petrella, il pianista di origini serbo - bosniache Bojan Zulfikarpasic e il batterista francese Joel Allouche.
Venerdì 18 i riflettori saranno inizialmente puntati sul trio Achirana (dall’omonimo album pubblicato nel 2000 dalla tedesca ECM), formato dal pianista greco Vassilis Tsabropoulos, dal contrabbassista scandinavo Arild Andersen e dal batterista inglese John Marshall, già componente negli anni Settanta di importanti band jazz-rock quali i Nucleus e i Soft Machine. Seguirà il gruppo Electrc Sufi del tunisino Dhafer Youssef, uno dei più apprezzati specialisti odierni dell’oud (il liuto arabo) nella cui musica la tradizione islamica si fonde con il più avanzato linguaggio improvvisativo del jazz. Al suo fianco ci saranno il chitarrista austriaco Wolfgang Muthspiel, il contrabbassista tedesco Dieter Ilg e il percussionista Mino Cinelu, noto per la sua passata militanza nei Weather Report e nella band di Miles Davis dei primi anni Ottanta.
La terza e ultima serata di "Padova Porsche Jazz Festival 2002" avrà come principale protagonista, dopo l’esibizione del quartetto Dufay del batterista padovano Enzo Carpentieri (con il belga Erwin Vann al sax, il vicentino Paolo Birro al pianoforte e l’olandese Tony Overwater al contrabbasso), il sassofonista americano Steve Coleman, artefice di una musica dalla trascinante verve ritmica. Coleman, che di recente è tornato alla ribalta discografica con il doppio album Resistance Is Futile, uscito per la francese Label Bleu, suonerà a capo dei suoi Five Elements, una macchina musicale compatta e allo stesso tempo duttile, perfettamente aderente alle scelte espressive dell’autorevole leader.
Ma, come si è detto, il festival padovano avrà un altro palcoscenico di riguardo, il Caffè Pedrocchi, dove a partire dalle 23,30 si terranno i concerti del duo costituito dal trombettista torinese Flavio Boltro, altro jazzman italiano d’esportazione, e dal pianista belga Eric Legnini (il 17), delle Girl Talk, un quintetto di sassofoni tutto al femminile (il 18), e un altro prezioso duetto, quello che vedrà in campo il pianista Stefano Battaglia e il fantasioso percussionista Michele Rabbia (il 19).
Infine, di assoluto rilievo sarà la mostra "Jazz Memories" del fotografo Herman Leonard, il cui obbiettivo ha raccolto in tanti anni memorabili immagini dei più grandi jazzmen. La mostra, allestita al Palazzo del Monte di Pietà (Piazza Duomo), verrà inaugurata alla presenza dell’autore il 12 ottobre e rimarrà aperta fino al 15 gennaio 2003.

"Padova Porsche Jazz Festival 2002"
Informazioni per il pubblico:
Associazione Culturale Miles,
tel. 348 9491132,
fax 049 8059518,
e-mail miles-pd@libero.it
Sito Internet: www.associazionemiles.it

Prezzi biglietti singole serate al Teatro Verdi: da Euro 11 a Euro 18
Abbonamento alle tre serate al Teatro Verdi: Euro 46

Concerti al Caffè Pedrocchi: ingresso libero.

Prevendite:
Ticket Line Zed!, tel. 049 8644888

Programma

Giovedì 17 ottobre

Teatro Verdi – ore 21
- Maria Pia De Vito – Ralph Towner Duo
Maria Pia De Vito (voce), Ralph Towner (chitarre)
- Furio Di Castri Outline
Eric Vloeimans (tromba), Gianluca Petrella (trombone), Bojan Zulfikarpasic (pianoforte, tastiere), Furio Di Castri (contrabbasso), Joel Allouche (batteria)

Caffè Pedrocchi – ore 23,30
- Flavio Boltro – Eric Legnini Duo
Flavio Boltro (tromba), Eric Legnini (pianoforte)

Venerdì 18 ottobre

Teatro Verdi – ore 21
- Achirana: Vassilis Tsabropoulos, Arild Andersen, John Marshall
Vassilis Tsabropoulos (pianoforte), Arild Andersen (contrabbasso), John Marshall (batteria)
- Dhafer Youssef Electric Sufi
Dhafer Youssef (oud), Wolfgang Muthspiel (chitarra), Dieter Ilg (contrabbasso), Mino Cinelu (percussioni)

Caffè Pedrocchi – ore 23,30
- Girl Talk
Helga Plankensteiner (sax contralto), Sibille Kofler (sax contralto), Giuliana Beberi (sax contralto, voce), Rosarita Crisafi (sax tenore), Susanna Crociati (sax baritono)

Sabato 19 ottobre

Teatro Verdi – ore 21
- Dufay
Erwin Vann (sax tenore e soprano), Paolo Birro (pianoforte), Tony Overwater (contrabbasso), Enzo Carpentieri (batteria)
- Steve Coleman Five Elements
Steve Coleman (sax contralto), Jonathan Finlayson (tromba), Ramon Garcia Pérez (percussioni), Pedro Martinez (percussioni), Rosangela Silvestre (danza)

Caffè Pedrocchi – ore 23,30
- Stefano Battaglia – Michele Rabbia Duo
Stefano Battaglia (pianoforte), Michele Rabbia (batteria, percussioni)
Scheda artista Tour&Concerti
Testi