Corey Taylor: 'Gli Slipknot si fermano'

Corey Taylor: 'Gli Slipknot si fermano'

La parola usata di Corey Taylor, frontman degli Slipknot, per definire lo stato attuale del suo gruppo - hiatus - può prestarsi a diverse interpretazioni: se da un lato il concetto di "pausa" o "interruzione" (non incluso nella parola split, separazione, che il cantante si è guardato bene di usare) può far sperare i fan in una ripresa delle attività in un futuro più o meno prossimo, dall'altro la totale assenza di programmi per una band non è mai uno prospettiva eccitante e sana.

Eppure il frontman ha deciso: impegnato su più fronti - il seguito del recente "House of gold & bones part 1" del suo progetto parallelo, gli .Stone Sour, un libro a fumetti e, forse, un film ispirato alle due ultime fatiche in studio del gruppo che divide con James Root - Taylor ha deciso di mettere in animazione sospesa quella che da anni rappresenta la sua prima fonte di occupazione.

"Faremo un paio di show il prossimo anno, ma per il resto questo è tutto: siamo in pausa", ha dichiarato il cantante nel corso di un'intervista rilascia a Artisan.

Al momento la band è stata indicata come uno dei tre headliner - gli altri sono Iron Maiden e Rammstein - del prestigioso festival di Download, in programma nel prossimo mese di giugno: “La scorsa apparizione degli Slipknot è passata alla storia come uno degli show migliori di sempre della manifestazione", ha riferito il patron del festival Andy Copping: "E solo Dio sa cosa ci prepareranno per il 2013 – l'unica cosa che so è che sono impaziente di vedere come riusciranno a superarsi".

Dopo la scomparsa del bassista Paul Gray il futuro del gruppo fu messo in dubbio in primis dallo stesso Taylor, che tuttavia - dopo le esperienze positive in tour negli Stati Uniti e in Europa - decise d'accordo coi compagni di tenere vivo l'ensemble fondato a Des Moines nel 1995. Di un eventuale nuovo disco lo stesso Taylor e Shawn Crahan fecero cenno un anno fa, senza però entrare troppo nello specifico: "Non abbiamo ancora parlato di un nuovo album, ma c'è molto materiale in giro. Tutti abbiamo buttato giù delle idee e stiamo scrivendo pezzi, ma non se ne farà nulla finché non avremo fatto una riunione di gruppo per discutere esattamente ciò che vogliamo fare. Sarà un album molto triste. Avrà quell'aura di rabbia, odio e cattiveria che deriva dalla tristezza estrema, ma penso anche che segnerà un grandissimo cambiamento nella nostra carriera".

Taylor, dal canto suo, spiegò: "Abbiamo ben chiaro che tutto il disco parlerà di Paul. Sarà molto malinconico. Sarà impregnato di quella forma di rabbia triste che ti prende quando accadono cose del genere e segnerà un nuovo cammino per noi, qualcosa che non abbiamo mai fatto". Il frontman comunque non ha nascosto i propri dubbi in proposito: "Non sono così ansioso di fare un nuovo disco come forse lo sono alcuni membri del gruppo, e so anche che alcuni nella band la pensano come me, anche se magari non lo dicono apertamente. L'unica cosa sensata da fare è cercare di capire cosa vogliamo fare, prima di entrare in uno studio".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.