La mamma canta? Il figlio di Celine Dion piange (ma lei ne vuole un altro)

La mamma canta? Il figlio di Celine Dion piange (ma lei ne vuole un altro)

Forse l’ultimo disco di Celine Dion non è “un incubo” solo per il “Sunday Times”, ma pure per suo figlio.

La cantante, apparentemente non scalfita dalle critiche avanzate dal domenicale britannico, ha confessato che suo figlio Rene-Charles, di 14 mesi, detesta la sua voce. “Si mette subito a piangere, quando mi metto a cantare”, ha riferito la canadese. La quale, imperterrita, ha inoltre affermato che vorrebbe un altro bambino. Sempre col metodo usato per il primo, s’intende, e cioè la fertilizzazione in vitro. “Abbiamo un bell’embrione surgelato in una clinica di New York, lo useremo di sicuro”, ha detto garrula. Intanto suo marito Rene Angelil ha delle belle gatte da pelare: una donna, Yun Kyeong Sung Kwon, afferma d’essere stata violentata da lui due anni fa, in un albergo di Las Vegas. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.