Comunicato Stampa: Vastagamma in concerto per Emergency

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

I VASTAGAMMA AL PALAZZETTO DI SACILE NELLA SERATA ORGANIZZATA DA EMERGENCY

NOTE D'EMERGENZA
Si svolgerà sabato 23 marzo, con inizio alle ore 18.30 presso il Palazzetto Micheletto di Sacile, il concerto musicale Note d'emergenza organizzato da Emergency.
Dal titolo più che mai emblematico, l'iniziativa intende rivolgersi soprattutto ai giovani, impiegando, per informare e sensibilizzare sulle conseguenze provocate dalla guerra, o meglio da tutte le guerre, il linguaggio a loro più consono, quello musicale.
Sul palco del Palazzetto si esibiranno alcuni gruppi musicali pordenonesi noti per le loro tournée in Italia e all'esterno che hanno accolto l'invito di Emergency ad aderire alla manifestazione; saranno in scena i Richiamo, i Deja, i VastaGamma, i Capitan Jive e I tre allegri ragazzi morti. Ad animare la serata con interventi spettacolari di grande effetto, i trampolieri della cooperativa teatrale Molino Rosenkranz di Castions di Zoppola.

VASTAGAMMA
I VastaGamma aderiscono con convinzione alla manifestazione e contribuiranno alla raccolta di fondi donando il ricavato della vendita del loro cd appena uscito ?HalibAndUs?, che sarà possibile acquistare all?interno del Palazzetto.
Già dal titolo del disco i VastaGamma vogliono far trasparire la loro intenzione di schierarsi contro tutte le guerre. Il titolo ha infatti una doppia chiave di lettura. Letto all'italiana, "alibandus" si rifà all'espressione che si usava da bambini per indicare la tregua, per fermare il gioco quando le cose buttavano male e si cercava di trasformarle a proprio vantaggio. "Halib", però, è anche un riferimento al popolo afgano che i VastaGamma considerano vicino e con cui sono solidali (?And Us?).

LA MOSTRA
Nel corso della manifestazione sarà possibile visitare una mostra sulle vittime delle mine antiuomo. Un programma di tutto rispetto per una serata promossa dalla compagine pordenonese di Emergency (sono oltre 50 i gruppi associati presenti sul territorio italiano) che intende raccogliere fondi per sostenere in modo concreto le vittime delle guerre, finanziando ospedali già attivi sia progetti e interventi di prossima attuazione, come l'apertura a breve di 3 centri di pronto soccorso e il reparto di maternità in Afganistan.

EMERGENCY
Ma facciamo un passo indietro spiegando in breve che cos'è Emergency, un'associazione umanitaria sorta nel 1994 a Milano sulla quale, dopo la strage dell'11 settembre e la guerra americo-afgana, sembra si siano accesi i riflettori e stimolato l'interesse dell'opinione pubblica. I numerosi tentativi di raggiungere l'Afganistan nei giorni successivi a l'11 settembre da parte di Gino Strada, il medico che l'ha fondata e che ha all'attivo un'esperienza ultradecennale nelle zone di guerra, non sono passati inosservati, mentre continua ad essere baipassato il dramma delle mine antiuomo, che provocano 26.ooo vittime ogni anno (sono oltre 110 milioni le mine disseminate in ben 67 paesi, di cui circa 30 milioni di fabbricazione italiana).
Portare soccorso alle vittime civili dei conflitti per garantire loro assistenza medico-chirurgica e interventi riabilitativi: è questo lo scopo primario di Emergency che dal '94 al 200 ha assicurato l'assistenza a oltre 190.000 vittime di guerra; un dato confortante se si pensa che oltre il novanta per cento delle vittime dei conflitti attualmente in corso sono civili, migliaia di donne, bambini, uomini inermi.
Un'associazione non governativa che offre assistenza a tutti, al di là della loro fede politica e religiosa. Centri chirurgici e di riabilitazione sono stati allestiti in Kurdistan, Cambogia, Eritrea e Sierra Leone, per non parlare dell'Afganistan, dove dal dicembre '99 è stato aperto un centro chirurgico ad Anabah, nella valle del Panshir; alla fine del 2000 i posti di primo soccorso gestiti da Emergency nel nord dell'Afganistan sono 6, altri 3 da aprire a breve, mentre dalla primavera del 2001 è operativo un secondo ospedale nella capitale Kabul.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.