Dido: ‘Ho rubato un’asse da stiro’

Asciugamani, shampoo e specialmente accappatoi: è “prassi” abbastanza comune quella di portarsi “casualmente” via dagli alberghi qualche simpatico souvenir. Ma a rubare un’asse da stiro ci vuole un bel fegato. Eppure è quanto ha confessato d’aver fatto Dido, che ha così confermato di non essere un angelo. In un’intervista con la rivista “Mixmag”, la cantante ha confessato d’aver asportato un rossetto da una rivendita dei negozi Boots (“La fila era lunga ed io dovevo prendere il treno”, si è giustificata) e, appunto, un’asse da stiro da un albergo. “Avevo i miei buoni motivi”, ha riferito la sorella di Rollo dei Faithless. Poi ha spiegato: “Il locale in cui stavo andando a cantare non aveva attrezzi per stirare. Già che c’ero ho rubato pure tutti i cuscini, perché quelli che c’erano sul mio pullman facevano schifo”. Un solo interrogativo: come avrà fatto ad uscire dall’hotel senza farsi vedere?
Dall'archivio di Rockol - Dido, tra trip-hop e cantautorato
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.