Comunicato Stampa: Giovanni Allevi in concerto

Comunicato Stampa: Giovanni Allevi in concerto
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

GIOVANNI ALLEVI
in concerto

Giovedì 28 febbraio
Buddha Soul - V.le Premuda, 20 - Milano
Ore 22.00 - ingresso libero – info: tel. 02/76018352

In seguito al grande successo del concerto del gennaio scorso (al Teatro delle Erbe di Milano), il pubblico potrà ascoltare nuovamente i virtuosismi musicali del giovane pianista Giovanni Allevi. L’originale compositore intratterrà, infatti, gli ospiti del Buddha Soul (V.le Premuda 20, ore 22.00 – ingresso libero) con il suo “recital” musicale giovedì 28 febbraio (diciasette brani per pianoforte che compongono il suo nuovo album “La favola che vuoi” di prossima pubblicazione). Il concerto sarà preceduto da una particolare cena di gusto orientale (prenotazione obbligatoria al n. 02.76018352) dalle ore 20.30 alle ore 21.45 per permettere poi lo svolgimento dell’esecuzione musicale nel più assoluto e rigoroso silenzio.
“La favola che vuoi” descrive una storia che è appena accennata dai titoli (Prologo, Nel giardino di Lot, La sfida, Il fiume, Fuga nel bosco, L’incontro, Il duello, Flut, L’idea, Affinità elettive, Il filo di perle, Il vento, Il canto di Freza, Il cavaliere, La notte prima, La battaglia, Fine); l’ascoltatore può così costruire secondo la propria fantasia una sua trama aiutato dalla forza evocativa della Musica.
Il linguaggio musicale utilizzato nella costruzione dei brani trae origine dalla cosiddetta “third stream”, la terza via, cioè l’incontro tra il Jazz contemporaneo americano e la tradizione classica europea, in cui convivono influenze neo minimali, ritmiche africane, suggestioni neo romantiche, rinascimentali e Pop, con punte di sperimentazione post avanguardista e di improvvisazione; elementi tutti che l’autore considera caratteristiche costitutive della attualità musicale.
Giovanni Allevi è noto ai più per la sua collaborazione con Jovanotti come pianista e direttore d’orchestra (ha lavorato anche alla realizzazione dell’ultimo album “Il Quinto Mondo”, uscito il 1 febbraio, e sarà in tour con Lorenzo dal 17 aprile).
Si è rivelato al pubblico con il suo primo album “13 DITA” (prodotto nel 1998 dall’etichetta Soleluna di Jovanotti), di cui alcuni brani sono stati eseguiti dalla marimbista giapponese Nanae Mimura al Teatro di Tokyo ed alla Carnegie Hall di New York.
Allevi è una insolita figura artistica: un virtuoso del Pianoforte che suona la sua musica; desta grande interesse per l’impegno musicale ed intellettuale poiché incarna le aspirazioni di una nuova generazione di compositori. Con le sue composizioni vuole realizzare una sintesi tra la tradizione classica e le sonorità pop e contemporanee. Si trova dunque a suo agio sia nei teatri che negli stadi di fronte alle sterminate platee dei concerti rock.
La sua opera vuole essere specchio di questa società multiforme e differenziata, ed al tempo stesso vuole dare voce alla “pericolosa solitudine di chi crea”. Il Pianoforte diviene il suo mezzo espressivo privilegiato, perché più vicino all’anima, all’emozione, all’adrenalina.
Laureatosi con lode in Filosofia, Allevi si è diplomato in Pianoforte col massimo dei voti al Conservatorio F.Morlacchi di Perugia e in Composizione con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano, ed ha frequentato l’Accademia Internazionale di Alto Perfezionamento di Arezzo, sotto la guida del M° Carlo Alberto Neri. Nel ‘96 ha musicato la Tragedia “Troiane” di Euripide, rappresentata al Festival Internazionale del Dramma Antico di Siracusa, vincendo il premio speciale per le migliori musiche di scena. Nel ‘97 ha vinto le selezioni internazionali per giovani concertisti al Teatro S.Filippo di Torino. Ha eseguito Chopin, Addinsell e Gershwin con l’Orchestra sinfonica di Arezzo ed ha tenuto un seminario sulla Musica dei nostri giorni all’Università di Pedagogia di Stoccarda. Nel ‘98 ha realizzato la colonna sonora del cortometraggio “Venceremos” premiato al Sundance Festival di Los Angeles.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
15 ott
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.