I Cult fermi a tempo indeterminato: vicini allo scioglimento?

I Cult fermi a tempo indeterminato: vicini allo scioglimento?
Secondo indiscrezioni i Cult avrebbe deciso di mettere in “stand-by” a tempo indeterminato l’attività del gruppo, prima di deciderne, eventualmente, lo scioglimento ufficiale, a causa dell’insoddisfacente promozione fatta dalla casa discografica Lava/Atlantic per “Beyond good & evil”, l’ultimo disco del gruppo e il settimo della loro carriera. L’insufficiente promozione riservata all'album sarebbe stata, secondo il gruppo, il principale motivo dello scarso successo commerciale di “Beyond good & evil” che, negli Stati Uniti, avrebbe venduto, secondo Soundscan, solo 161,052 copie. Sempre secondo voci non confermate, sia il cantante Ian Astbury che il chitarrista Billy Duffy avrebbero intenzione di perseguire progetti personali: Duffy, in particolare, potrebbe dedicarsi ai Colorsound, il side-project formato insieme al cantante e chitarrista Mike Peters degli Alarm, al bassista Craig Adams dei Mission e al batterista Scott Garrett, ex-Cult, formazione che aveva debuttato con un disco omonimo nel 1999 su etichetta 21st Century Records/Sanctuary Music. Billy Morrison, il bassista che accompagna i Cult durante le performance dal vivo, ha dichiarato in merito alle voci di scioglimento: “Mi è stato detto che i Cult sono 'congelati', il che non vuol dire necessariamente che si scioglieranno. Significa che Ian e Billy faranno altre cose. Essendo l’ultimo arrivato, mi considero fortunato di aver potuto far parte di questa grande band. Se mi chiameranno per tornare a suonare, io ci andrò subito. Sono sempre stato leale con il gruppo. Fino a quel momento intendo portare avanti progetti personali, così come faranno anche tutti gli altri. Spero sinceramente che i Cult vogliano coinvolgermi anche nei loro progetti futuri, di cui molto deve ancora essere rivelato... Il meglio deve ancora venire”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.