La scuola africana di Madonna diventa un cimitero

La scuola africana di Madonna diventa un cimitero

Nel 2009 Madonna, sorridente e fiduciosa, era arrivata in Malawi per tagliare il nastro d'inizio dei lavori; erano tutti d'accordo, sarebbe sorta una moderna scuola femminile. E' il 2012, i 15 milioni di dollari stanziati non si sa bene che fine abbiano fatto, non è stato posato neppure un mattone. L'anno scorso il progetto è stato abbandonato. Ora l'attuale governo di Lilongwe ha deciso che il terreno, sul quale la cantante aveva promesso di cambiare la vita a centinaia di ragazze, diventerà una sorta di cimitero. Daniel Liwimbi, il ministro del turismo del Malawi, ha riferito al "Guardian" che il consiglio dei ministri ha deciso di costruire sul sito una sorta di altare della patria dove troveranno posto le spoglie di alte personalità. Come ad esempio il presidente Bingu wa Mutharika, morto recentemente. L'attuale presidente, Joyce Banda, nello scorso aprile aveva espresso dubbi sul modus operandi dell'artista. Recentemente l'organizzazione non-profit di Madge, Raising Malawi, ha riferito d'aver completato la costruzione della terza delle dieci piccole scuole che vorrebbe realizzare. La cantante, che sta per compiere 54 anni, come noto recentemente ha girato il video




Contenuto non disponibile







 abbinato al nuovo singolo "Turn up the radio" a Firenze.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.