Costello, un disco per etichetta (e intanto se la prende con Celine Dion)

Costello, un disco per etichetta (e intanto se la prende con Celine Dion)
Il proverbiale camaleontismo musicale di Elvis Costello, capace di passare con estrema disinvoltura dal garage rock alla musica da camera, dalle colonne sonore allo sperimentalismo elettronico, da escursioni jazzistiche a squisite collaborazioni con i maestri del pop contemporaneo a seconda dell’ispirazione del momento, aveva provocato non pochi grattacapi agli uomini di marketing della Warner Bros. Tanto che alla fine dello scorso anno, dopo dieci anni di baruffe e di incomprensioni, l’occhialuto songwriter e l’etichetta si erano decisi a un divorzio consensuale.
Ma ora Costello e la società con cui ha appena firmato un nuovo accordo, la PolyGram, sembrano avere trovato una soluzione al problema, destinata a creare un singolare precedente nel campo della contrattazione discografica. I prossimi dischi di Costello verranno pubblicati su marchi diversi in funzione del loro contenuto musicale, in modo da sfruttare le competenze specifiche di ogni etichetta: quelli di taglio più pop verranno pubblicati dalla Mercury, mentre i progetti di stile crossover e di ambizioni “colte” verranno affidati alla divisione classica del gruppo.
Sarà dunque la Mercury, marchio pop-rock per eccellenza, a pubblicare il singolo “My mood swings”, che Costello ha confezionato per la colonna sonora del nuovo film dei fratelli Coen “The Big Lebowski”, in uscita il 24 febbraio. E sempre per la Mercury uscirà, più avanti nell’anno, l’attesissimo album che l’autore di “Alison” si prepara ad incidere nei mesi estivi in compagnia di Burt Bacharach.
Ma non è tutto, perché nella mente vulcanica dell’artista britannico si affollano già altri progetti: da una probabile rilettura in chiave jazz delle canzoni composte con Bacharach (che dovrebbe essere appannaggio della etichetta Verve) ad un secondo capitolo discografico della collaborazione con il Brodsky Quartet, protagonista nel 1993 di “The Juliet letters” (forse su Decca/London o su un’etichetta del gruppo Philips). E ancora la registrazione di un “ciclo” di canzoni composte per la mezzo-soprano svedese Anne Sofie von Otter (che verrà pubblicato dalla prestigiosa Deutsche Grammophon) e un disco in coppia con il pianista Steve Nieve, con il quale Costello è in tour in questi giorni in Italia (un progetto a lunga scadenza, pare, che la Mercury prevede di pubblicare non prima di un paio d’anni).
Tantissima carne al fuoco, come si vede. Ma l’album con Bacharach (che conterrà una nuova versione di “God give me strenght”, il brano firmato a quattro mani per la colonna sonora del film “Grace of my heart”) rimane il progetto più coccolato. E forse anche il più ambizioso: i due grandi autori hanno concepito le nuove canzoni come un omaggio alla classica ballata pop americana. “Una specie in pericolo di estinzione”, nelle parole di Costello, a causa della vacuità della musica pop contemporanea. E se qualcuno avesse dei dubbi sui bersagli delle sue contumelie, il sempre linguacciuto Elvis non ci pensa due volte a mettere le cose in chiaro: “Diciamo che io e Burt siamo qui per dare un calcio nel culo a Celine Dion”, ha dichiarato con grande sincerità e poca galanteria al settimanale americano “Billboard”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
17 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.