Intervista con Gianni Ferrio, figura storica della musica leggera italiana

Intervista con Gianni Ferrio, figura storica della musica leggera italiana

“Mina in studio”, il DVD di Mauro Balletti pubblicato nelle scorse settimane è già un successo.

Tra le immagini di questo documento appare un fedele collaboratore della cantante, Gianni Ferrio, direttore d’orchestra e figura storica della musica leggera italiana. Il musicista ha rispolverato alcuni ricordi per raccontare il suo rapporto con Mina e con altri celebri artisti. “Ai miei tempi non pensavo che si potesse campare con la musica”, ha raccontato Ferrio. “ Così pur essendomi diplomato al Conservatorio di Venezia, mi iscrissi alla Facoltà di Medicina a Padova”. Il direttore d’orchestra ha quindi ricordato il suo primo incontro con la “Tigre di Cremona”. “Conobbi Mina nel 1959, al ‘Musichiere’, il popolare programma condotto da Mario Riva. Nacque un rapporto amichevole che si sarebbe in seguito trasformato in amicizia”, ricorda Ferrio. “Erano gli anni in cui lavoravo molto per il cinema; tuttavia fui il suo direttore d’orchestra in situazioni televisive di grande successo: basti pensare al brano ‘Parole parole’, che fu sigla di ‘Teatro 10’”. Tra i tanti musicisti con cui il maestro Ferrio ha collaborato non è rimasto in contatto solo con Mina. “Vedo spesso Lelio Luttazzi (classe 1923), che vive fuori Roma. E’ un genio davvero versatile, sa fare tutto, ma da quando si è ritirato non ha più voluto sentir parlare del mondo musicale”. (Fonte: Corriere della Sera) .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.