Niente processo a Jello Biafra, ex Dead Kennedys

L'Alternative Records, di proprietà di Jello Biafra, ex Dead Kennedys, può tirare un respiro di sollievo. Una denuncia presentata nel 1996 contro l'etichetta discografica, e che, in caso di condanna dell'etichetta, sarebbe a questa costata due milioni e duecentomila dollari, è stata infatti non accolta dal giudice federale americano chiamato ad esprimersi. La denuncia era stata presentata dalla Philadelphia Fraternal Order of Police in quanto una copertina dei Crucifucks, band su Alternative Records, mostrava un'immagine ritenuta "non appropriata" di un sergente di polizia. Biafra, nel 1986, ebbe a che fare con un'altra denuncia. I Dead Kennedys vennero infatti accusati di distribuzione di materiale pornografico quando inclusero un poster "hard" nel loro album "Frankenchrist". Anche in quel caso, la denuncia non sortì però alcun effetto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.