Diventano storiche le case di John Lennon e Paul McCartney

Diventano storiche le case di John Lennon e Paul McCartney

Stavolta niente virgolette. Le case in cui in gioventù vissero John Lennon e Paul McCartney dei Beatles stavolta possono essere definite storiche, e non più "storiche".

Alle abitazioni di Liverpool è infatti stato conferito il cosiddetto "heritage listing" da parte dell'ente English Heritage; l'ente riceve buona parte dei propri fondi dal Ministero per la Cultura, Media e Sport di Londra. L'heritage listing viene concesso automaticamente a tutti gli edifici costruiti prima del 1700, mentre per quelli edificati tra 1700 e 1840 ci sono dei distinguo. Le case costruite nel Regno Unito tra 1900 e 1944 che hanno l'heritage listing sono solamente il 3% in quanto per ricevere lo status occorre che abbiano connotati "eccezionali". Ora le modeste abitazioni di 251 Menlove Avenue (John) e 20 Forthlin Road (Paul) possono fregiarsi del "Grade II" che - letteralmente - significa "nationally important and of special interest". Il passo successivo, in un lontano futuro, potrebbe essere quello di "Grade II*" sotto il quale sono classificati i "particularly important buildings of more than special interest".













 Entrambe le case già erano proprietà del National Trust. 251 Menlove Avenue, detta "Mendips", è una abitazione degli anni Trenta che fu comprata da Mimi, zia di John, e da suo marito George Smith. Al 20 di Forthlin Road, costruita negli anni Venti, la famiglia McCartney entrò nel 1955. Curiosamente la casa di Paul non ha la targa commemorativa blu esterna che ha invece quella di John. Il motivo si spiega col fatto che, per ottenerla, il suo occupante più rappresentativo deve essere morto da almeno vent'anni.

 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.