Moby e Sex Pistols nella colonna sonora del nuovo film di Green

Una parata di stelle piuttosto “inusuale” è prevista per la colonna sonora di “Freddie got fingered”, il nuovo film di Tom Green. Tra gli artisti troveremo i Sex Pistols con “Problems”, Iggy Pop, con “I’ve gotta be me”, i Ramones con “We’re a happy family” e poi New York Dolls, Dead Kennedys, Agent Orange e The Adoloscents. Nel disco rispunterà anche la collaborazione tra Gary Numan e i Fear Factory che riproporranno “Cars”. Per quanto riguarda gli artisti più “moderni”, troveremo invece Moby con “Natural blues” e Green Day con “Blood, sex and booze”. La colonna sonora è già uscita negli Stati Uniti, mentre il film debutterà nelle sale venerdì 20 aprile. Il film segue le vicissitudini di un uomo, costretto suo malgrado, a ritornare dai genitori. Nel cast degli attori troveremo tra gli altri, Rip Torn, Marisa Coughlan e Connor Widdows.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.