Presentata a New York la nuova ‘Enciclopedia della musica’ edita da Einaudi

“Noi, per salvarci l’anima, diciamo: lasciamo al pop il business, noi facciamo arte.

Ma sbagliamo”. Parole di Pierre Boulez. C’era anche lui, assieme al musicologo canadese Jean Jacques Nettiez e Vittorio Bo (amministratore delegato della Einaudi), alla New York Carnagie Hall, a presentare la nuovissima “Enciclopedia della Musica” edita dalla casa torinese, ambizioso progetto al quale verrà affiancato il sito internet www.andante.com, che servirà a diffondere i contenuti dell’opera nella rete. L’enciclopedia, divisa in cinque volumi, prenderà in seria considerazione le ultime tendenze musicali affacciatesi sul panorama mondiale: il primo volume, infatti, avrà per tema il novecento e tratterà la dicotomia – avvenuta nel nostro secolo – tra musica “colta” e musica “di seduzione”. L’opera accosterà infatti a compositori istituzionalmente affermati quali lo stesso Boulez, Berio, Bartòk e Stockhausen i migliori nomi della “musica di consumo” contemporanea, Madonna in testa. La volontà, secondo Nettiez (curatore editoriale dell’operazione), sarebbe quella di studiare in modo serio e approfondito le nuove frontiere musicali contemporanee, hip hop e rave inclusi: “alla fine del 2000 abbiamo voluto lanciare una nuova sfida” ha dichiarato lo studioso, “non volevamo un’enciclopedia organica, ma riflettere sul modo di accostarci alla musica”. (Fonte: La Repubblica, La Stampa).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.