Radiohead, 'Amnesiac' è già su Napster?
Non proprio...

Radiohead, 'Amnesiac' è già su Napster? Non proprio...
E’ successo di nuovo. Come sembra accadere negli ultimi tempi con ogni disco che si aspetta con ansia, “Amnesiac” è stato segnalato su Napster. Annunciato nelle ultime settimane, il disco uscirà ‘solo’ a giugno, nonostante sia ormai pronto da tempo. Ma la band ha da poco pubblicato “Kid A” ed è stato imposto loro di rispettare i tempi fisiologici del music business. Proprio quel music business che ha scottato la band, dalle cui regole hanno sempre cercato di stare lontani.
“Ci siamo sentiti un po’ tristi che non ci fosse nessun nostro singolo da ‘Kid A’ in radio”, ha dichiarato la band nell’intervista che Rockol pubblicherà domani 18 gennaio e che è tratta dalle domande a cui Yorke e soci rispondono regolarmente sul proprio sito www.spinwithagrin.co.uk; “significa che il giudizio nei confronti della nostra musica è fatto più di opinioni critiche che di altro. La ragione per cui non abbiamo scelto nessun singolo dal disco non riguarda la credibilità artistica. E’ solo che abbiamo pensato che scegliere un brano da un album come 'Kid A' potesse essere poco rappresentativo dell’atmosfera totale del disco. Con il prossimo lavoro siamo fermamente decisi ad estrarre dei singoli da lanciare in classifica, fare video, servizi fotografici, partecipazioni a trasmissioni televisive per bambini e tutto ciò che è routine, soprattutto molte interviste che riguarderanno la nostra travagliata esistenza”.
Naturale che con premesse e dichiarazioni di questo genere le attese, generalmente già molto alte nei confronti della band, siano cresciute ulteriormente. Qualche tempo fa, la rivista inglese Select aveva addirittura provato ad annunciare la track-list, basandosi sui titoli circolanti tra i fans e quelli suonati dal vivo negli ultimi tour, ma non inclusi su “Kid A”. Così, seguendo la ridda di notizie sul gruppo che escono sul disco, delle quali via diamo conto quotidianamente, e su indicazione di alcuni lettori, abbiamo provato a dare un’occhiata su Napster. E, come già ci era capitato per il disco degli U2 a suo tempo (vedi news), abbiamo (ri)scoperto che il servizio di file sharing è si una inesauribile miniera, ma anche una discarica di spazzatura, dove ognuno può lasciare quello che vuole, camuffandolo sotto un titolo appetibile. Digitando come chiavi di ricerca “Radiohead” e “Amnesiac” compaiono sì molte canzoni. Ma del disco vero e proprio nessuna traccia. In alcuni casi si tratta di canzoni dei Radiohead, registrate dal vivo (“Pyramid Song”, “Dollar and cents” o la famigerata “Knives out” nella versione suonata dalla band in un webcast dell'anno scorso). In altri casi si tratta di vere e proprie beffe, di canzoni artigianali o di altri artisti spacciati per nuovi brani di studio: “Static”, “Overlands”, “True love waits” , “Life in a glass house”, per esempio. O “Cuttooth”, sotto le cui spoglie è stata nascosta una canzone che sembra essere a tutti gli effetti dei Muse. Il che, se pensate ai continui paragoni tra le band, suona alquanto beffardo...
Insomma, ancora una volta la rete si rivela uno strumento da prendere con le molle. E, per quanto riguarda "Amnesiac", non rimane che aspettare, ma con calma...
Dall'archivio di Rockol - Radiohead: Thom Yorke e l'imprecazione in loop
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.