Mark Morrison: inglesi razzisti

Mark Morrison, il quale ha in pubblicazione l’EP "Only God can judge me", dopo aver trascorso tre settimane in prigione ha fatto sapere come la pensa sui fatti (incriminato per una scacciacani) che lo riguardano.

"E’ semplice", ha detto, "sbattono dentro Mark Morrison, una pop star di colore, per possesso d’arma proibita, ma a Liam Gallagher che aveva una droga proibita non fanno nulla. Io non ho mai rapinato un negozio, violentato od ucciso nessuno, non ho mai trafficato con la droga. Ma i giudici sono dei bianchi, e non si può fare molto. La polizia ed i media hanno distrutto la gente in cui credevo, gente come Mike Tyson od OJ Simpson, e adesso vogliono provare a distruggere anche me. I giudici vogliono schiaffarmi dentro, e darmi una multa da 5000 sterline, perché ho danneggiato la macchina di un fotografo, ma per Liam che ha aggredito un uomo che andava in bicicletta c’è solo un’ammonizione".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.