Teocoli, gli anni con i Quelli (poi Pfm) e Celentano

In occasione della puntata di "Comici" che questa sera Italia Uno dedicherà a Teo Teocoli, "La Repubblica" apre la sua pagina degli spettacoli con un’intervista all’artista milanese, che racconta i suoi tentativi di sfondare nel mondo della musica: dai Camaleonti a Celentano passando per la Pfm (nella sua prima versione, i Quelli), un successo sfiorato di poco. «Il fatto è che da autodidatta, la cosa più facile era cantare, e poi eravamo agli inizi dei Sessanta, c'era un fermento pazzesco. Suonavano tutti. A scuola facevo ragioneria, e andavo malissimo, allora il professore mi diceva, visto che non sa niente perché non canta una canzone? Io la cantavo e tutti applaudivano. Beccavo un due e me ne tornavo al posto. Ma al saggio finale cantai "Non arrossire" di Gaber e il "Blues del mandriano" di Celentano. Beh, alla fine mi hanno promosso. Poi cominciai a frequentare i complessini. Sostituii per tre mesi il cantante dei Camaleonti, Ricky Maiocchi che era andato a Sanremo come solista. (...) Entrai come cantante nei Quelli, il gruppo che poi diventò Premiata Forneria Marconi. Lì un piccolo successo l'ho avuto. Cantavamo "La bambolina" di Polnareff e arrivammo in classifica a Bandiera Gialla. Però, devo dire che le cose più buffe mi sono capitate nel Clan di Celentano. Ho inciso anche tre 45 giri. Di recente è venuto da me uno di un fan club e ce li aveva. Dice che valgono anche sette/ottocentomila lire. Uno si intitolava Vitamine, in un altro c’era Don Backy che cantava e io che gli parlavo addosso. Celentano mi aveva preso a benvolere, anche perché ero identico. Gli assomigliavo al punto che la gente quando mi vedeva si metteva a urlare come se fossi Adriano. (...) Ero felice, mi bastava stare al Clan, e quando non c'era niente da fare per guadagnare qualcosa facevo anche il magazziniere. Una volta stavo incidendo "Nessuno mi può giudicare. L'aveva incisa anche Adriano e poi l'aveva scartata. Arrivò in sala e disse: ma no, questo pezzo non funzionerà mai, l'avevo detto. È sbagliato, nel Clan dobbiamo essere compatti. Micki Del Prete, mortificatissimo andò a proporla alla Caselli».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.