Pete Best: 'La volta che ho detto di no a Brian Epstein'

Pete Best: 'La volta che ho detto di no a Brian Epstein'
“Eravamo andati in gita a Blackpool: Brian e io, John e Cynthia. Brian ha fermato la macchina davanti a un albergo, e mi ha chiesto se volevo passare la notte lì con lui. Gli ho risposto di no...”
Così Pete Best, primo batterista dei Beatles, ha raccontato oggi 29 settembre a Milano – nel corso della conferenza stampa per la presentazione del musical “Eppy” – uno dei retroscena della sua avventura con i Beatles degli esordi. Il fatto non era ignoto, come pure sono abbondantemente conosciute le inclinazioni omosessuali di Brian Epstein, manager dei Beatles: che costituiscono uno dei temi portanti del musical di Romy Padovano che debutterà a Milano, al Teatro Nuovo, il 5 ottobre.
La presenza di Best – che negli ultimi anni è spesso venuto in Italia, grazie ai buoni uffici dei Beatlesiani d’Italia Associati di Rolando Giambelli – ha fornito una sorta di sigillo di garanzia all’operazione, che Padovano ha concepito come omaggio e tributo a Brian Epstein (dello spettacolo torneremo probabilmente a parlare dopo aver assistito alla prima rappresentazione).
A Pete Best abbiamo chiesto cosa voglia rispondere a Ringo Starr, che nell’autobiografia dei Beatles di imminente pubblicazione scrive testualmente: “Non mi sono mai sentito dispiaciuto per Pete Best” (del quale Ringo rilevò il ruolo nei Beatles), “Mi sono sempre considerato un batterista migliore di lui”. L’asciutta replica di Best è stata: “Non è vero. Io ero considerato il miglior batterista di Liverpool, non lui”.
A proposito dell’autobiografia ufficiale dei Beatles, che uscirà nelle librerie il 4 ottobre al prezzo di 140.000, anticipiamo ai nostri lettori che da lunedì 2 ottobre sarà possibile acquistare il volume (“The Beatles Anthology”, Rizzoli) attraverso il musicstore di Rockol (www.musicstore.it): sono disponibili solo 99 copie, che verranno vendute – ad esaurimento – al prezzo assolutamente irripetibile di L. 99.900 lire. Converrà affrettarsi.
Dall'archivio di Rockol - Giles Martin racconta "Sgt. Peppers Lonely Heart Club Band"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.