Sanremo 2011: la RAI dice no a 'Bella ciao' e 'Giovinezza'

Sanremo 2011: la RAI dice no a 'Bella ciao' e 'Giovinezza'

Il consiglio di amministrazione della RAI ha bocciato l'idea, proposta ieri da Gianni Morandi e Gianmarco Mazzi, di celebrare i 150 dell'Unità d'Italia facendo eseguire agli artisti in gara, nel corso della serata di giovedì 17 febbraio, oltre al brano in concorso anche una canzone che rappresenti la storia della nostra Nazione: tra le canzoni papabili erano state citate il canto popolare emiliano diventato durante la Resistenza inno partigiano "Bella ciao" e "Giovinezza", inno goliardico dei primi del Novecento adottato in seguito come inno dal Partito Fascista.

Nella giornata di ieri lo stesso Mazzi aveva dichiarato: "Il significato della scelta è artistico e non politico. Se vogliamo cantare canzoni della nostra storia non dobbiamo aver paura di cosa rappresentano ma dobbiamo tener conto dell'importanza artistica che hanno avuto e che hanno".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.