Tarantino e Bono scrivono per Johnny Cash

Tarantino e Bono scrivono per Johnny Cash
Uscirà il prossimo 23 maggio, per la Columbia/Legacy, una raccolta di tre dischi con canzoni di Johnny Cash. Il titolo della raccolta sarà "Love, God & murder" e ogni disco affronterà uno di questi tre temi classici del repertorio di Cash, attraverso i suoi brani. Per ogni disco, inoltre, sono state scritte alcune note di commento, curate, tra gli altri, dal regista Quentin Tarantino e dal leader degli U2 Bono.
Tarantino - c'era da aspettarselo - ha scritto le note per la raccolta "Murder", che include tra gli altri i brani "Delia's gone", "Cocaine blues", "Folsom prison blues"; la moglie di Cash, June Carter Cash, si è occupata di commentare la raccolta "Love", mentre Bono si è dedicato alle canzoni filosofico-religiose incluse nel disco "God", con classici di Cash e del gospel come "Why me, Lord", "Swing low, sweet chariot", e "What on earth will you do (for heaven's sake)".
I tre dischi saranno acquistabili insieme o separatamente e includono alcune tracce rare e alcuni commenti alle canzoni scritti dallo stesso Cash. L’ammirazione di Bono e degli U2 per il leggendario cantante, in lotta contro una malattia degenerativa del sistema nervoso, era nota e testimoniata da diversi brani ("Elvis ate America" o "The wanderer", fatta cantare allo stesso Cash); le note realizzate da Tarantino sono il suo primo sforzo come scrittore dopo la sceneggiatura di "Pulp fiction", di cui è stato co-autore. Tarantino, come Bono un ammiratore di Cash – e non a caso ne ha usato "Tennessee stud" nella colonna sonora di "Jackie Brown" -, scrive nelle sue note a "Murder": «In un paese che pensa di essere diviso per questioni di razza e che è invece diviso per ragioni di censo, le canzoni di Johnny Cash, che parlano della vita nella campagna di provincia e della violenza che la percorre, vanno dritte al cuore del sottoproletariato americano. Mi sono spesso domandato se i rapper si accorgono di quanto è minima la differenza tra i loro racconti della vita nel ghetto e i racconti di Johnny Cash della vita di campagna e dei suoi soprusi. Non lo so, ma quello che so di sicuro e che Johnny Cash lo sa».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.