Al Festival SISMA tre inediti di Eric Dolphy

Era musica di cui si favoleggiava da tempo, quella scritta da Eric Dolphy e in programma il prossimo 25 marzo nel corso della sesta edizione del festival "La Musica Colta Afroamericana", realizzato dalla SISMA - Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana - in collaborazione con la locale Società del Teatro e della Musica. Dopo trentasei anni torneranno infatti a vivere tre composizioni inedite del grande sassofonista Eric Dolphy. Si tratta di due brani comprendenti ben otto corni, finora eseguiti una sola volta, di cui si era vociferato a lungo, più un terzo pezzo, per legni e ritmica, di cui nessuno conosceva l'esistenza. Il compositore e direttore d'orchestra Gunther Schuller, grande amico di Dolphy, ha posto mano a questi tre manoscritti, completandoli laddove occorreva, e verrà a dirigerli personalmente. Solista, nel ruolo di Dolphy, sarà Gianluigi Trovesi. Il Festival, che si svolge al Teatro Michetti di Pescara nei giorni 23, 24 e 25 marzo, vedrà ad aprire la prima serata le suggestive atmosfere della musica tradizionale argentina, evocate dalla musica del grande compositore Alberto Ginastera, Bruna Pulini, giovane brillante promessa del pianismo italiano. A seguire il Trio Esquina, guidato dal prezioso bandoneon di Cesar Stroscio, percorrerà gli aguzzi e conturbanti profili della Buenos Aires dei primi anni cinquanta, recuperando il ricco repertorio di tanghi del leggendario trio-quartetto di Anibal Troilo e Roberto Grela. A seguire, venerdì 24, il violinista Diego Conti, che eseguirà i sei “Tango Etudes” di Astor Piazzolla e una pagina del grande compositore minimalista Steve Reich, nonché due brani di Frank Zappa, rielaborati dal musicista per violino solo: un coraggioso esempio di come sia possibile costruire un repertorio innovativo accostando linguaggi musicali distinti. A questo esperimento seguirà l’esibizione del SISMA Guitar Ensemble, un ottetto di chitarre classiche, l'unico in Italia composto da soli professionisti, coordinato da Luca Pagliani e promosso dalla stessa SISMA. Il gruppo proporrà brani del compositore cubano Leo Brouwer per una, due, quattro e otto chitarre, tra cui l'intera serie dei suoi "Paesaggi cubani". Infine, come si diceva sopra, Dolphy: del compositore free verranno eseguiti sei pezzi, tra cui i tre inediti citati, che vedranno impegnato anche il clarinettista Paolo Ravaglia. Subito prima gli otto cornisti, sempre diretti da Schuller, eseguiranno una "Suite" per quattro corni, una "Jazz Suite" per quattro corni e ritmica (con clavicembalo) e un superbo "Nonet" per otto corni e tuba, scritti fra gli anni Cinquanta e Settanta dal compositore americano Alec Wilder. Per ulteriori informazioni: notizie@sisma.org.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.