Le donne degli Abba pronte alla reunion

Gli Abba chiusero la saracinesca quasi trent'anni fa dopo aver venduto 375 milioni di copie di dischi ed essere diventati ricchissimi. Da allora voci e indiscrezioni su una loro possibile reunion non sono mai mancate; esse si riaffacciano periodicamente, ciclicamente. Sempre smentite. Ma che qualcosa si stia lentamente muovendo? Nel 2001 gli svedesi dissero "no" a 1 miliardo di dollari per tornare insieme. "Ci hanno offerto 1 miliardo di dollari ma, anche se adesso siamo in buoni
rapporti, abbiamo rifiutato", disse Bjorn Ulvaeus. Nello scorso marzo, però, Benny Andersson e Bjorn Ulvaeus, intervistati dal "Times" di Londra, non esclusero perlomeno una performance estemporanea. Quando fu loro chiesto se avrebbero mai preso in considerazione l'ipotesi di un concerto una tantum da trasmettere in tutto il mondo, Andersson disse: "Beh, perché no? Sinceramente non so se le ragazze cantino ancora. Cioé, so che Frida (Anni-Frid Lyngstad) è stata in studio. Sì, non è una brutta idea". E' oggi un altro quotidiano britannico, il "Daily Express", giornale che di musica solitamente si occupa poco, a dare una notizia che apparentemente andrebbe nella direzione di una -perlomeno parziale- reunion. In campo, dopo i due uomini sentiti dal "Times", scendono le donne. Anni-Frid Lyngstad detta Frida, citata appunto dall'Express, ha detto: "Sarebbe veramente bello fare qualcosa con Agnetha (Fältskog). Se lo facessimo sarebbe veramente difficile evitare le pressioni, visto che facevamo parte degli Abba. Non potrebbe mai essere una cosa con poca enfasi. Ne stiamo parlando". Le donne, che si erano allontanate dalla musica, recentemente si sono riavvicinate al mondo delle sette note. Frida ha registrato un duetto con lo svedese Georg Wadenius, una cover di "Morning has broken" di Cat Stevens, mentre Agnetha starebbe per andare in studio con Robyn. Gli Abba vendono ancora tre milioni di copie all'anno nel mondo. Dallo scioglimento (dicembre 1982) ad oggi l'ex quartetto è apparso in pubblico tutto insieme solamente due volte, nel 2005 per la "prima" teatrale di "Mamma mia!" (in questi giorni sulle assi del Nazionale di Milano) a Stoccolma e nel 2008 per la "prima" cinematografica dello stesso lavoro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.