Sanremo: premio alla carriera per Tony Renis, con contorno di veleni

Tutti i quotidiani nazionali riprendono la notizia del premio alla carriera per Tony Renis e si dedicano soprattutto alle reazioni che la stessa suscita nell’ambiente musicale. Tony Renis è il vincitore del premio alla carriera istituito quest'anno dal Comune di Sanremo e che gli sarà consegnato al Festival; ecco la motivazione, tratta dal "Corriere della Sera": "Renis, con canzoni come "Quando quando quando" e "Uno per tutte", vincitrice nel '63, ha dato lustro alla musica italiana e al Festival in tutto il mondo".
La reazione di Renis, da "la Repubblica": «Chissà, forse per questo premio potrei anche tornare a cantare... Mi onora e mi lusinga ... Per un artista italiano è come un Oscar alla carriera: Sanremo è la mamma della nostra canzone nel mondo; questo premio potrebbe diventare la risposta italiana ai Grammy. Lo avrebbero meritato Celentano e Mina. Ma anche Vanoni, Zanicchi, Nilla Pizzi, Pravo, Morandi, Dalla. Quanto a me, tutto cominciò a Sanremo. Partì da lì il successo di "Quando, quando, quando". L'han cantata tutti: dalla Callas alla Monroe. Nel mondo è la canzone più nota con "Volare" e "O sole mio". Pare la fischiettasse pure Mao Zedong».
Tutti felici? Non proprio: "...Il premio a Renis strappa parole amare a Patrizia Baldi, vedova di Claudio Villa: «Claudio è stato dimenticato da Sanremo ... La storia di Renis è legata a successi più internazionali, Claudio o Modugno sono andati a Sanremo decine di volte, detengono il record di vittorie, rappresentano la memoria storica». Non polemizza invece la vedova di Modugno, Franca Gandolfi: «Sono molto contenta per Tony. Uno straordinario artista, grande amico di Mimmo».
Su "Il Giorno", con incomparabile delicatezza nei confronti del premiato, l’assessore Bissolotti spiega: "... Se fosse stato ancora vivo, il premio lo avremmo dato a Modugno". E, sulla stessa testata, ecco anche l’intervento di Katia Ricciarelli, che se la prende con il suo collega più prossimo: «Pavarotti a Sanremo? Non può fargli bene, non è il suo mondo. Questa esperienza, addirittura, potrebbe ritorcerglisi contro; tanto meno aiuta la lirica... La Rai ha pensato solo al ritorno di immagine, ma in quel contesto lui è un pesce fuor d'acqua in mezzo ai divi della musica leggera che gli stanno attorno».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.