Biografia

Paladini del nuovo metal anni ’90, che confina con l’alternative e l’art rock, creatori di grandi atmosfere, esemplari nel coniugare esperienze sonore e visive, i Tool si formano a Hollywood agli inizi degli anni ’90. La formazione è composta inizialmente da Maynard James Keenan (voce), Adam Jones (chitarra), Paul D’Amour (basso) e Danny Carey (batteria). Il debutto discografico avviene con un EP intitolato OPIATE, pubblicato nel 1992. È dell’anno dopo UNDERTOW, che li porta sul palco del Lollapalooza: i concerti sono un successo e spingono l’album fino all’ottenimento del disco di platino, mentre il video di “Sober” vince un premio di “Billboard”. Nel 1995 a causa di divergenze artistiche se ne va dalla formazione il bassista Paul D’Amour, sostituito poi dall’inglese Justin Chancellor (ex Peach). Nell’ottobre del 1996 i Tool pubblicano la loro seconda prova, ÆNIMA, con la produzione di Dave Bottrill: l’album ottiene tre dischi di platino negli Stati Uniti, la title track è premiata con un Grammy.
A causa di una battaglia legale col manager e con l’etichetta Volcano, che si risolve in un nuovo contratto fra le parti, passano cinque anni prima che si possa ascoltare un nuovo lavoro, anche se nel frattempo i membri della band lavorano a progetti solisti. Keenan in particolare si dedica agli A Perfect Circle e, in seguito, al progetto elettronico Puscifer. Dopo il box set SALIVAL, nel 2001 esce LATERALUS che debutta in cima alla classifica americana e vince un Grammy: è il segno definitivo che il gruppo ha superato lo status di cult band. Segue un tour che comprende alcune date coi King Crimson. 10,000 DAYS, dedicato alla scomparsa della madre di Keenan, esce nel 2006 e negli Stati Uniti vende mezzo milione di copie solo nella prima settimana. Al tour partecipano Isis e Mastodon. Nel 2013 la band è segnalata al lavoro al nuovo album. Nel marzo 2014 Jones dice ad alcuni fan che il disco è pronto e sta per essere pubblicato. La notizia fa il giro di Internet e il gruppo è costretto a spiegare che si tratta di una battuta.
Nel 2015 la band dichiara di essere tornata al lavoro sul nuovo album, ed annuncia un tour ad inizio 2016 con i Primus.
(18 apr 2018)