Biografia

Nel 1992 Jason Pierce da Rugby, Inghilterra, dà vita agli Spiritualized. Pierce tiene con sé due elementi della vecchia band Spacemen 3 (Will Carruthers al basso e Jon Mattock alla batteria) aggiungendo alle tastiere la sua ragazza, Kate Radley. I primi passi del gruppo sono una lenta cover di "Anyway that you want me" dei Troggs, e "Feel so sad", sorta di mini-opera lunga più di 13 minuti.
Il debutto è accolto molto favorevolmente, e attorno al gruppo e al personaggio di Pierce - che spesso suona seduto sul palco mentre il pubblico lo imita - si crea un'aura di culto, rafforzata dalla messa in vendita per posta di un album live. L'intento non troppo scopertamente psichedelico della loro musica si arrichisce di esperimenti come quello di PURE PHASE del 1995, che li vede in studio con gli archi del Balanescu Quartet. Tuttavia la line-up del gruppo subisce numerosi mutamenti, compreso l'abbandono di Kate Radley, sostituita da Tim Jeffries (tastiere).
Nel 1997 esce LADIES AND GENTLEMEN WE ARE FLOATING IN SPACE, a cui fa seguito il doppio disco ROYAL ALBERT HALL OCTOBER 10 1997, un disco live che esce alla fine del 1998.
L’anno seguente Pierce mette mano alla formazione: licenzia Cook, Reece e Mike Mooney, mentre la Radley si allontana solo per qualche tempo dopo il matrimonio con Richard Ashcroft, allora cantante dei Verve. Solo il sassfonista Ray Dickaty e il tastierista Thighpaulsandra rimangono nella band.
Pierce incomincia a scrivere del nuovo materiale, reclutando altri musicisti come Tom Edwards, Martin Shallards, Kev Bales e Dogan. Il nuovo lavoro è LET IT COME DOWN (2001). Nel 2003 esce AMAZING GRACE, mentre SONGS IN A E E esce nel maggio 2008. Dopo quattro anni gli Spiritualized tornano con SWEET HEART SWEET LIGHT, il loro settimo lavoro in studio, composto durante il lungo periodo di convalescenza del cantante. Il disco, a detta di Pierce stesso, segna la svolta della sua band verso sonorità più "pop". (16 apr 2012)