Biografia

Peter Frampton nasce il 22 aprile 1950 in Inghilterra. Incomincia a interessarsi alla musica a sette anni; scopre il banjolele della nonna in soffitta e comincia a suonarlo, cosa che fa successivamente anche con la chitarra e il piano.
All'inizio della sua carriera suona in diverse band, ma anche come musicista solista per diversi altri artisti, come Harry Nilsson, Jim Price, Jerry Lee Lewis, e George Harrison.
Nel 1971 incomincia la propria strada da solo esordendo l'anno successivo con WIND OF CHANGE, in cui compaiono Ringo Starr e Billy Preston. L'album è seguito da FRAMPTON'S CAMEL (1973) e da SOMETHIN'S HAPPENING (1974). Segue una lunga tourneé di tre anni. Seguono un paio di altri lavori, ma il successo rimane pressoche minimo; le cose cambiano con FRAMPTON COMES ALIVE! Del 1976 che contiene grandi successi cantati dal vivo come “Baby, I love your way”, “Show me the way” e “Do you feel like we do”. Il disco rimane nella classifica di Billboard per 97 settimane vendendo oltre sei milioni di copie e conquistando sei dischi di platino.
Il lavoro successivo I'M IN YOU (1977) ottiene anch'esso il platino, ma i consensi sono molto minori rispetto al predecessore.
Dopo un incindente alle Bahamas, inizia un periodo di stasi che termina nel 1979 per registrare WHERE I SHOULD BE. Seguono BREAKING ALL THE RULES (1981) e ART OF CONTROL (1982), anche se negli anni Ottanta il successo sembra declinare.
Nel 1991 Frampton rincontra Steve Marriott, già suo patner ai tempi della band Humble Pie, e suona in un tour con lui a Los Angeles (Marriott muore poi in un incendio). Successivamente riforma il suo vecchio gruppo e nel 1994 realizza PETER FRAMPTON. Nel 2003 è la volta di NOW seguito a tre anni di distanza da FINGERPRINTS, disco strumentale. Ad aprile 2010 esce il quattordicesimo album THANK YOU MR. CHURCHILL. (01 set 2012)