Biografia

Francesco Motta nasce a Pisa nel 1986, da genitori livornesi. Comincia a muovere i suoi primi passi nel mondo della musica intorno alla metà degli anni Duemila, quando fonda la band punk e new wave dei Criminal Jokers: Motta è al tempo stesso il cantante e il batterista del gruppo. L'album d'esordio della band esce nel 2010, si intitola THIS WAS SUPPOSED TO BE THE FUTURE e contiene brani tutti cantati in inglese: lo produce Andrea Appino, frontman degli Zen Circus. Due anni dopo è la volta del debutto in italiano con BESTIE.
Nel frattempo Motta colleziona collaborazioni con Nada, gli stessi Zen Circus, Il Pan Del Diavolo e Giovanni Truppi, che accompagna sui palchi dei loro concerti. Poi, il cantautore toscano si trasferisce a Roma e nel 2013 si iscrive al Centro sperimentale di cinematografia. Dopo aver composto le colonne di alcuni film e documentari, tra il 2015 e il 2016 comincia a lavorare al suo primo album solista: il disco, intitolato LA FINE DEI VENT'ANNI, è prodotto da Riccardo Sinigallia e registrato insieme ad amici e colleghi come Cesare Petulicchio dei Bud Spencer Blues Explosion, Giorgio Canali e Alessandro Aloisi dei Pan Del Diavolo. Il disco vince la Targa Tenco come "Opera prima".
Motta firma un contratto con la Sugar, che nel 2018 pubblica il suo secondo album solista, VIVERE O MORIRE: in cabina di produzione, stavolta, non c'è Riccardo Sinigallia, ma Taketo Gohara. Pacifico collabora alla scrittura dei testi dei brani contenuti nel disco: tra questi anche il singoli "Ed è quasi come essere felice", "La nostra ultima canzone e "Quello che siamo diventati". L'album ottiene la Targa Tenco come "Miglior disco in assoluto". Nell'autunno del 2018, dopo la serie di concerti del tour in supporto al disco, Motta annuncia alcune date che lo vedono condividere il palco con il trio del Niger Les Filles de Illighadad. Nel dicembre del 2018 viene annunciata la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2019 con "Dov'è l'Italia".. (14 gen 2019)