Biografia

Moltheni, vero nome Umberto Giardini, nasce a S. Elpidio a Mare, nelle Marche, nel giugno del 1968. A quindici anni inizia a suonare in diversi gruppi e a venti arriva alle finali di Arezzo Wave con gli Hameldome. Appassionato della musica degli Smiths, di Jeff e Tim Buckley, Nick Drake, Billy Bragg, Beck ed Evan Dando, Moltheni si trasferisce, tra il 1990 e il 1994, in Scozia, dove entra in contatto con artisti quali Gavin McDermott e i Proclaimers. Nell’agosto del 1997, spinto dagli amici, si decide finalmente a inviare un nastro con cinque suoi demo al produttore catanese Francesco Virlinzi, già mentore di Carmen Consoli. Poco dopo Moltheni viene contattato dallo stesso Virlinzi che lo mette sotto contratto con la Cyclope Records, l’etichetta discografica da lui fondata. Nel 1999 arriva il primo album, NATURA IN REPLAY, che viene subito accolto dalla critica come l’ultimo gioiello della musica rock alternativa italiana. Moltheni partecipa al 50° Festival di Sanremo nella Sezione Giovani con il brano “Nutriente”, conquistando il sesto posto. Dopo un tour a supporto dei Verdena, nel settembre 2001 Moltheni pubblica il secondo lavoro, intitolato FIDUCIA NEL NULLA MIGLIORE. L’influenza dei Verdena si fa sentire anche in occasione dei suoi set dal vivo, mentre stupore suscita, per il contrasto, la veste acustica ed essenziale del nuovo album SPLENDORE TERRORE, uscito alla fine del 2004 per l’etichetta indipendente La Tempesta di Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti.

Con la stessa etichetta, due anni dopo pubblica il suo quarto album TOILETTE MEMORIA (2006) che vede la partecipazione di Franco Battiato e componenti di Verdena e Marta Sui Tubi.
Il quinto album, I SEGRETI DEL CORALLO, arriva nel 2008, cui fa seguito nel 2009 la raccolta INGREDIENTE NOVUS. (29 gen 2018)