Biografia

Madonna Louise Veronica Ciccone nasce il 16 agosto 1958 a Bay City, nel Michigan e si distingue sin da subito nei corsi di ballo e di recitazione che frequenta da ragazzina. Nel 1977 si sposta a New York, dove studia con il noto coreografo Alvin Ailey e si dà da fare come modella. Nel 1979 conosce Dan Gilroy e forma i Breakfast Club, gruppo nel quale suona la batteria e canta, oltre a instaurare una collaborazione con il batterista Steve Bray. I due scrivono materiale che porta Madonna ad ottenere un contratto con la Sire Records. Con il DJ newyorkese Mark Kamins impegnato alla produzione, viene registrata "Everybody", che diviene un hit da club nel 1982. Segue "Holiday", scritta e prodotta da John "Jellybean" Benitez, che arriva nella top ten USA nel 1984. Il primo numero uno arriva nello stesso anno con il singolo "Like a Virgin", seguito da un altro grande successo, "Material girl", che la vede nel video citare la Marilyn di "Gli uomini preferiscono le bionde".
Nel 1985 arrivano il Live Aid e la turbolenta storia d’amore, culminata in un matrimonio e nel successivo divorzio, con l’attore Sean Penn. Madonna eleva il suo status a quello di superstar internazionale, grazie ad un ossessivo rapporto con i media e a singoli irresistibili come "Crazy for you", "Into the groove", "Dress you up", "Papa don't preach", "True blue", "Open your heart" e "La isla bonita".
Nel 1987 arriva anche "Who's that girl", che viene utilizzata come colonna sonora. La carriera cinematografica di Madonna, iniziata nel 1980 con il b-movie "A certain sacrifice", era proseguita con "Cercasi Susan disperatamente" (1985) e "Shanghai surprise" (1986). Madonna continua a suscitare polemiche in occasione della pubblicazione del video di "Like a prayer", avvenuta nel 1989. Il brano mescola erotismo e religiosità e finisce per essere apertamente condannato dal Vaticano, ma diventa, in compenso, un successo di caratura internazionale.
Nel 1990 Madonna recita con Warren Beatty, al momento suo compagno, nel film "Dick Tracy", mentre il suo "Blonde Ambition Tour", mette bene in mostra tutta la voglia di arrivare di una star in carriera. Dal tour viene tratto un film documentario intitolato "A letto con Madonna", che esce nel 1991. Tra gli hits arrivati nei primi anni ’90 ci sono poi "Vogue", "Justify my love" (scritta insieme a Lenny Kravitz) e "Rescue Me", mentre Madonna sigla un contratto multimiliardario con la Warner Bros e apre una propria etichetta discografica, la Maverick Records. La pubblicazione del suo libro erotico "Sex" la riporta in vetta alle classifiche, seppur di quelle dei libri. L’album che segue "Erotica" si intitola, molto più castamente, BEDTIME STORIES ed è realizzato in collaborazione con Nelle Hooper, il produttore dei Soul II Soul. Nel 1995 arriva l’antologia SOMETHING TO REMEMBER, dedicata alle canzoni d’amore e contenente l’inedito "I'll remember" che diviene il nuovo hit della cantante.
Nel 1998 è la volta di RAY OF LIGHT, prodotto da William Orbit, con cui Madonna vince numerosi premi (6 Music Video Awards a Los Angeles) tra i quali quello per il "miglior video dell'anno". Nel marzo del 2000 la cantante interpreta il film "The next best thing" assieme a Rupert Everett. Della colonna sonora del film fa parte la canzone "American pie" (una cover del successo dei primi anni '70 di Don McLean) poi reinserita in MUSIC, il nuovo album che arriva il 15 settembre dello stesso anno.
Nel 2001 esce un nuovo "best", GHV2. Tra gli anni 2002 e 2003 la carriera segue lo stesso schema colonna sonora - album: prima esce "Die another day", inserita nel nuovo film della serie di James Bond. Quindi, nel 2003, viene pubblicato AMERICAN LIFE, album che viene preceduto dal singolo omonimo, che causa grande scandalo per il video che contiene immagini di guerra, pur venendo messo in circolazione in contemporanea al conflitto in Iraq. Dopo varie attività collaterali (tra cui l’attività di scrittrice di libri per bambini e l’impegno come testimone della disciplina cabbalistica), torna sulle scene musicali nel 2005, prima cantando al Live8, quindi pubblicando un nuovo disco dance in autunno, CONFESSIONS ON A DANCEFLOOR.
Nel 2006 annuncia un nuovo tour, che si svolge durante l'estate, passando anche dall'Italia. Contemporaneamente esce I'M GOING TO TELL YOU A SECRET, CD/DVD dal vivo registrato nel corso della tournée precedente, quella del 2004. La parte video del supporto è un film diretto dal regista di fiducia Jonas Akerlund in cui si racconta il “Re-Invention tour” dalla preproduzione al palco, con dietro le quinte e musica live. Dopo sei mesi esce un altro cd+dvd live, THE CONFESSIONS TOUR, registrato durante il tour dell'estate precedente, in occasione della data di Londra.
Nel 2007 la cantante annuncia la firma di un accordo multimilionario con il promoter LiveNation/Clear Channel, che oltre a produrre i suoi concerti pubblicherà i suo dischi e curerà la sua immagine. La cantante, però, deve ancora un disco alla sua etichetta storica, la Warner: a fine 2007 trapela il titolo “Licorice”, subito smentito dalla PR dell'artista. Il disco, viene infine annunciato per la primavera del 2008: si intitola HARD CANDY, ed è anticipato dal singolo "Four minutes", cantato in duetto con Justin Timberlake. il cantante è anche colui che celebra la cerimonia di ammissione di Madonna alla rock 'n' roll hall of fame, che si svolge nel marzo dello stesso anno.
Nel 2009 esce una doppia raccolta dal titolo CELEBRATION. L'album successivo arriva nel 2012: il primo del nuovo contratto con la Interscope (gruppo Universal) è infatti MDNA. A settembre 2013 esce invece MDNA WORLD TOUR, a testimonianza della tournée mondiale che la rockstar ha portato in giro per il globo.
Nel 2015 arriva infine REBEL HEART: il disco, originariamente previsto per aprile, viene anticipato a marzo dopo una serie di "leak", con diversi demo non terminati che trapelano in rete con mesi di anticipo rispetto all'uscita dell'album finito. (30 ott 2017)