Biografia

Kathryn Dawn Lang nasce il 2 novembre del 1961 a Edmonton, nello stato canadese dell’Alberta. Cresciuta in una cittadina, Consort, circondata da vaste praterie, si appassiona fin da piccola alla musica country e in particolare alla figura di Patsy Cline: in omaggio alla cantante della Virginia forma un gruppo, i Reclines, con cui incide due album in patria prima di sbarcare a Nashville, per registrare l’album ANGEL WITH A LARIAT, pubblicato nel 1987 dalla Sire Records, prodotto dall’inglese Dave Edmunds e salutato da un buon successo di pubblico soprattutto in Canada. La fama internazionale le arride poco dopo, quando Roy Orbison la invita a incidere in duo una nuova versione del suo classico “Cryin’ ” che le frutta il primo di quattro Grammy Awards (nel 1988 k.d. è anche tra i protagonisti di un concerto/special televisivo dedicato al grande cantante, “A black and white night”, accanto a Bruce Springsteen, Tom Waits, Elvis Costello e Jackson Browne). I successi in ambito country (un country energico e venato di rock) proseguono con SHADOWLAND, prodotto da un maestro del genere, Owen Bradley, e con ABSOLUTE TORCH AND TWANG; mentre la versione di “So in love” di Cole Porter contenuta nella compilation anti AIDS “Red Hot + Blue” svela nel 1990 il suo amore per la musica pop più raffinata e d’antan, confermato due anni dopo dall’album INGENUE: grazie soprattutto al singolo “Constant craving”, quel disco diventerà il suo più grande successo, bissato l’anno seguente dalla colonna sonora del film “Even cowgirls get the blues” di Gus Van Sant, di cui compone gran parte dei brani. Nonostante k.d. abbia nel frattempo fatto “outing” sulla propria condizione di lesbica, la sua carriera non ne risente: nel 1997 viene chiamata a interpretare i titoli di coda del nuovo James Bond, “Tomorrow never dies”; nel 2003 dà fondo alla sua sofisticata vena di interprete incidendo con il veterano Tony Bennett un album tributo a Louis Armstrong, A WONDERFUL WORLD; con HYMNS OF THE 49TH PARALLEL dell’anno successivo omaggia invece celebri canzoni di suoi connazionali come Leonard Cohen, Joni Mitchell, Neil Young e Bruce Cockburn. Dopo aver collaborato all’album di un’altra canadese, Madeleine Peyroux (“Half the perfect world”) e avere interpretato un cameo nel noir di Brian De Palma “Black Dahlia”, pubblica nel 2008 il primo album di inediti in otto anni: WATERSHED, per la prima volta prodotto in solitudine e registrato parzialmente a casa propria, è una sorta di summa della sua produzione precedente, con cenni di country, soul e jazz su un elegante tappeto di adult contemporary pop. Il disco più recente, uscito ad aprile 2011, è invece SING IT LOUD. (02 mag 2011)