Biografia

John McLaughlin, inglese, classe 1942, si fa conoscere nella scena rock-blues londinese negli anni ’60 suonando con Alexis Korner e Graham Bond. Ma il suo interesse si è poi sviluppato in direzione del jazz e il suo primo album EXTRAPOLATION lo realizza con il sassofonista John Surman, mentre il secondo è in omaggio a Jimi Hendrix e il terzo affronta ala dimensione acustica. Torna in seguito a occuparsi di jazz suonando con Miles Davis e con Tony Williams prima di fondare la Mahavishnu Orchestra, che resterà una realtà importante nell’ambito del jazz-rock. Negli anni ’70 diventa seguace di Sri Chinmoy e la svolta mistica lo vede registrare un onirico album-tributo a John Coltrane come LOVE, DEVOTION, SURRENDER insieme a Carlos Santana (per l’occasione ribattezzato Devadip), seguito dall’esperienza indiana con il gruppo Shakti. Gli anni ’80 vedono McLaughlin al successo con l’album FRIDAY NIGHT IN SAN FRANCISCO in trio con Paco de Lucia e Al Di Meola (esperienza ripresa 15 anni dopo con THE GUITAR TRIO), mentre una nuova formazione della Mahavishnu Orchestra non ottiene grande riscontro. Nell’84 e nell’85 suona ancora in un paio di album di Miles Davis (YOU’RE UNDER ARREST e AURA). Gli anni ’90 lo vedono omaggiare Bill Evans con TIME REMEMBERED e di nuovo Coltrane con AFTER THE RAIN insieme al batterista Elvin Jones, mentre in THE PROMISE è affiancato da Jeff Beck. A cavallo tra gli anni ’90 e l’inizio del terzo millennio si registra la ripresa del progetto Shakti, con un quartetto indiano che rivede John affiancato dal suonatore di tablas Zakir Hussain, in contrapposizione alla fusion di un sestetto con dei moderni jazzisti come Gary Thomas e Tennis Chambers. Nel 2003 incide la colonna sonora di un balletto, e in questi anni continua a spaziare, si con progetti personali (che incide per la Abstrax Records, dopo la fine del rapporto con la Universal), sia in collaborazioni, come quella che lo vede in tour nel 2008 con Chick Corea, Vinnie Colaiuta, Kenny Garrett e Christian McBride scon il nome Five Peace Band. (23 feb 2001)