Biografia

Erik Schrody – vero nome di Everlast – nasce il 18 agosto 1969 a Valley Stream, New York. Inizia la sua carriera di rapper nel 1990, grazie all’aiuto di Ice T e del suo Rhyme Syndacate. Ben presto arriva il disco d’esordio, FOREVER EVERLASTING, dello stesso anno. Il disco però è un flop. Everlast non si scoraggia e, con Danny Boy e DJ Lethal, forma gli House Of Pain, primo gruppo irlandese di hip hop a Los Angeles. Nel 1992 i tre raggiungono il successo con il mega hit "Jump around", grazie a cui anche il loro primo album arriva in cima alle classifiche americane e non. Dopo aver pubblicato altri due dischi - SAME AS IT EVER WAS e TRUTH CRUSHED TO EARTH SHALL RISE AGAIN - Everlast e i suoi due compagni decidono di sciogliere gli House of Pain. Everlast allora decide di rimettersi in proprio: WHITEY FORD SINGS THE BLUES (1998) ne è il risultato. E’ un album voluto caparbiamente, portato a termine nonostante i suoi problemi di salute (durante le registrazioni ha infatti un arresto cardiaco a causa del quale ha subito un intervento di bypass). Un album che porta alla luce in tutta la sua pienezza la matrice blues che influenza da sempre la musica di Everlast e a cui segue, nel 2000, l’uscita di EAT AT WHITEY'S. Successivamente firma per la Island/Def Jam per realizzare WHITE TRASH BEAUTIFUL (2004); a causa delle scarse vendite viene licenziato dalla casa discografica, ma partecipa al progetto hip-hop La Coka Nostra, che realizza diverse registrazioni destinate soprattutto a MySpace. Nel 2008 Everlasting pubblica il suo quinto album, LOVE, WAR AND THE GHOST OF WHITEY FORD, che contiene lla cover di Johnny Cash "Folsom prison blues". (10 dic 2009)