Biografia

I Cornershop si formano nel 1992 a Londra dall’incontro tra Tjinder Singh e Ben Ayres, che danno vita al gruppo dopo lo scioglimento del loro gruppo precedente, i General Havoc. La formazione iniziale comprende inoltre Avtar, fratello di Singh, alla chitarra e David Chambers alla batteria. Dopo aver firmato con la piccola etichetta indie WIIIJA, attraggono però inizialmente maggiore attenzione per la loro denuncia pubblica contro Morrissey (bruciano infatti la sua foto durante i loro concerti) a causa delle sue frequentazioni con skinhead. Nel 1994 – con l’aggiunta di Anthony Saffery al sitar e di Wallis Healey alla chitarra – esce il disco di debutto HOLD ON IT HURTS. Dopo un cambio di formazione e di etichetta nel 1995, esce WOMAN’S GOTTA HAVE IT, seguito a due anni di distanza da WHEN I WAS BORN FOR THE 7TH TIME, che contiene il singolo di successo "Brimful of Asha,". Singh e Ayres sospendono allora temporaneamente il gruppo per ritornare a occuparsi del loro progetto dance Clinton, che realizza una serie di singoli tra il 1995 e il 1006. Per un nuovo lavoro bisogna attendere cinque anni – durante i quali si ipotizza uno scioglimento che di fatto non c’è mai stato – e nel 2002 viene pubblicato HANDCREAM FOR A GENERATION. Nel febbraio del 2006, i Cornershop realizzano il singolo "Wop the groove". Per un nuovo album bisogna attendere il giugno 2009: il disco, JUDY SUCKS A LEMON FOR BREAKFAST, è anticipato dal brano "The roll-off characteristics (of history in the making)".Nel 2011, in collaborazione con il cantante indiano Bbbley Kaur esce CORNERSHOP AND THE DOUBLE O-GROOVE OF. Sempre in collaborazione con Kaur arriva il disco, pubblicato nel 2012, URBAN TURBAN: THE SINGHLES CLUB. Nel 2012 , ad ottobre, il gruppo pubblica in rete il singolo “Posing as an angel” in collaborazione con Sinead O'Connor. (29 ott 2012)