Biografia

Il materiale contenuto in questa biografia è tratto da un comunicato stampa inviato dai diretti interessati. Rockol lo pubblica senza assumere responsabilità sui contenuti, che non sono stati sottoposti a verifica redazionale.

LA CIAPA RUSA (la pezza rossa, soprannome con cui era un tempo conosciuta una famiglia di cantori tradizionali di Bozzole, in provincia di Alessandria) nasce sul finire del '77 per iniziativa di Maurizio Martinotti e Beppe Greppi con l'intento di ricercare in quale misura il patrimonio musicale di tradizione contadina fosse sopravvissuto allo sgretolarsi della società rurale.
Negli oltre tre lustri di ricerca "sul campo", LA CIAPA RUSA ha registrato, filmato, raccolto un'immensa mole di documenti e, lavorando a stretto contatto con gli anziani cantori e suonatori tradizionali, una ricca messe di canti e danze. Momenti centrali delle ricerche svolte sono stati la raccolta e lo studio dei balli "etnici" (monferrine, alessandrine, curente, perigurdini, gighe, piane, sestrine, ecc...) dell'area detta delle "quattro Province" (in quanto posta a cavallo fra Alessandrino, Piacentino, Genovese e Pavese), balli legati all'utilizzo di una sorta di oboe popolare, il piffero, e la verifica della preminenza del ruolo femminile nella trasmissione e conservazione del canto popolare dialettale nelle sue forme più arcaiche(ballate, canti lirico-monostrofici, filastrocche, ecc...).Tra gli altri temi affrontati, i canti di lavoro(in special modo il cosiddetto repertorio di monda del riso),il liscio popolare, le musiche ed i canti rituali, i repertori bandistici,ecc..
Contemporaneamente al lavoro di ricerca LA CIAPA RUSA si e' impegnata in prima persona nel recupero e nella riproposta dei canti e delle danze che i componenti del gruppo, in particolar modo i due fondatori Maurizio Martinotti e Beppe Greppi, andavano raccogliendo dalla viva voce degli anziani: nel fare ciò LA CIAPA RUSA ha dato rilievo allo studio ed all'analisi degli stili vocali e degli strumenti musicali propri della tradizione contadina piemontese. Piffero, flauti traversi e diritti (fifre, zufoli, ecc...), musa (la cornamusa dell'area appenninica che un tempo accompagnava il piffero), ghironda(arcaico e suggestivo strumento di origine medioevale),organetto (l'antenato della moderna fisarmonica), violino, salterio, mandoloncello, percussioni varie compongono il vasto strumentario del gruppo. Nel riappropriarsi delle musiche e dei canti della propria terra, LA CIAPA RUSA ha inteso contribuire alla loro rivitalizzazione: di qui l’inserimento, a fianco di una strumentazione basilarmente acustica, delle tastiere elettroniche.
Recentemente il gruppo, pur senza abbandonare la strada del recupero di canti e danze della tradizione piemontese, ha volto la propria attenzione alla composizione di nuovi brani che dalla musica tradizionale traggono ispirazione: di questa nuova tappa nell’evoluzione del gruppo sono testimonianza gli ultimi due dischi, RETANAVOTA e AJI & SAFRAN.
LA CIAPA RUSA, oltre ad essersi esibito in ogni parte di Italia in scuole, centri culturali, biblioteche, centri sociali ,feste e sagre, teatri, rassegne, il gruppo ha preso parte ai più importanti festival folk nazionali ed europei ed effettuato tournée in Francia, Belgio, Germania, Olanda, Danimarca, Svizzera, Inghilterra, Austria, Spagna, Portogallo, Finlandia, Stati Uniti, Canada.
La Ciapa Rusa ha preso parte a programmi televisivi di Rai 3: suoi concerti sono stati trasmessi dalle Radio Nazionali di Austria, Canada, Inghilterra, Germania, Olanda, Spagna.
(01 ott 2002)