Biografia

Milanese, classe 1964, Cesare Malfatti è noto soprattutto come membro dei La Crus. In gioventù abbandona gli studi di ingegneria elettronica per dedicarsi alla musica. Suona prima coi Weimar Gesang (1986-1988), poi con gli Afterhours (1989-1992). Attivo presso il Jungle Sound Station di Milano, collabora con Casino Royale, Ritmo Tribale, OTR e altri. A partire dal 1995 è attivo sul fronte discografico coi La Crus e come produttore (ad esempio per i Mau Mau di “Eldorado”, 1998). Nel 1999 fonda i Dining Rooms con Stefano Ghittoni (vari album all’attivo: SUBTERRANEAN MODERN di quello stesso anno, NUMERO DEUX del 2001, TRE del 2003, EXPERIMENT IN AMBIENT SOUL del 2005, INK del 2007, LONESOME TRAVELER del 2011); nel 2002 è la volta del progetto Noorda con Gionata Bettini (TO THE ANTIPOLE, 2004); nel 2009, dopo avere prodotto UN’ALTRA ME di Syria, dà vita ai Sem’bro con Stefano Ghittoni e Dodo NKishi (TIRED HEROES OF THE LOST GENERATION, 2010).
Nel 2011 Malfatti è a Sanremo con Mauro Ermanno Giovanardi (“Io confesso”) e inaugura la carriera solista producendo l’album omonimo cui segue nel 2013 DUE ANNI DOPO; quest’ultimo contiene i brani del primo disco (e due inediti) risuonati dal vivo al CHE Studio di proprietà del musicista, con Dodo NKishi (batteria), Giovanni Ferrario (basso), Manuel Agnelli (pianoforte), Vincenzo Di Silvestro (violino), Stefania Giarlotta (seconda voce). Alla fine dell’anno esce UNA MIA DISTRAZIONE nato dalla collaborazione col pianista jazz Antonio Zambrini, con testi di Luca Lezziero e Vincenzo Costantino Cinaski. I suoi dischi sono realizzati in modo artigianale e venduti direttamente dal sito ufficiale. Al fine di realizzare una versione “canonica” di UNA MIA DISTRAZIONE nel febbraio 2014 Malfatti lancia una campagna di crowdfunding su Musicraiser che va a buon fine e porta il disco nei negozi in maggio. Un anno dopo pubblica il nuovo UNA CITTA' ESPOSTA. (06 dic 2017)