Biografia

Nato il 9 Maggio del 1949 a Hicksville, Long Island, New York, USA, Billy Joel, dopo aver studiato pianoforte classico sin da bambino, mette su il suo primo gruppo, gli Echoes, nel 1964. Lo molla per unirsi agli Hassels, ma anche questa scelta dura poco, perché dopo alterne vicende Joel approda al suo primo album come solista, COLD SPRING HARBOR. Il disco non riscuote la meritata attenzione, ma quando Joel registra "Captain Jack" per un programma radiofonico e il brano diventa quasi un hit underground, la Sony Music (allora Columbia) si mette sulle sue tracce e lo assume con un contratto a lungo termine. La title track dell’album PIANO MAN, entra nella Top 30 USA nel 1973, gettando le basi per una carriera solida e duratura. Gli album successivi, STREET LIFE SERENADE e TURNSTYLES, risultano degli ottimi dischi, ma è soltanto nel 1977 con THE STRANGER che Joel diviene l’artista di maggior successo dell’allora Columbia: la sua canzone più popolare, "Just the way you are", ha vinto in seguito due Grammy awards come migliore canzone dell’anno e per disco dell’anno. L’album che Joel pubblica poi nel 1979, 52ND STREET, contiene un altro singolo di successo, "My Life", mentre il primo numero uno negli USA arriva a Joel con il brano "It's still rock ‘n’ roll to me", contenuto su GLASS HOUSES. La sua immagine popolare viene accresciuta di spessore con la pubblicazione dell’album THE NYLON CURTAIN, che contiene due brani di argomento sociale e di protesta come "Allentown" e "Goodnight Saigon". Con l’album del 1984, AN INNOCENT MAN, Joel torna ad argomenti più ’leggeri’ con l’hit "Uptown Girl", che va in vetta alle charts inglesi e conferma la caratura internazionale di Joel, ma al tempo stesso finisce per essere il suo ultimo, vero lavoro originale. Dopo aver sposato la top model Christie Brinkley (dalla quale ha poi divorziato), Joel inizia a pubblicare una serie di album poco felici dal punto di vista compositivo. THE BRIDGE, il live IN CONCERT, STORM FRONT e RIVER OF DREAMS aggiungono poco alla sua vena musica e poetica, il tutto mentre Joel, dopo essersi ripreso dall’infausto periodo sentimentale, lascia uscire un terzo volume di successi (i primi due erano stati pubblicati all’apice della fama, nel 1985) e visita diverse scuole tenendo delle esilaranti conferenze sulla sua vita di musicista. Nel 2000 arriva THE MILLENNIUM CONCERT, un disco dal vivo, seguito l’anno successivo da un nuovo disco di studio FANTASIES & DELUSIONS.A fine 2005 è la volta di un cofanetto, dal titolo MY LIVES: contiene quattro CD ed un DVD; le canzoni inedite sono ben 23.
La vena celebrativa continua nel 2006: a ridosso dell'estate esce 12 GARDENS LIVE, doppio disco dal vivo registrato nel corso di 12 concerti al Madison Square Garden di New York. A fine luglio, Joel è protagonista del Telecomcerto, annuale evento live gratuito che si svolge a Roma, sponsorizzato dalla compagnia telefonica.
Nel 2009 torna, seppur indirettamente, alla ribalta delle cronache: la figlia Alexa Ray tenta infatti il suicidio a causa di una relazione finita. Nel 2010 riesce a vincere la causa contro il suo batterista Liberty DeVitto che gli ha fatto causa per alcuni anni di diritti non pagati. A novembre viene operato di protesi all’anca per ritornare ad esibirsi con una certa regolarità dal vivo. Nel 2011 esce LIVE AT THE SHEA STADIUM, documentazione audio e video dei concerti tenuti nell'estate 2008 prima che il leggendario stadio di baseball venisse demolito. (01 dic 2017)