Biografia

Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, in arte Air, nascono entrambi a Versailles, in Francia, ma si incontrano soltanto quando iniziano a frequentare il conservatorio di Parigi. Dunckel ai tempi suona negli Orange, un gruppo indie pop da lui formato con Alex Gopher, ed è proprio grazie a quest’ultimo che entra per la prima volta in contatto con Godin: pochi mesi dopo, nasce il progetto Air. Gopher abbandona il gruppo per seguire la carriera solista, pubblicando nel 1999 l’album d’esordio YOU, MY BABY & I, mentre Godin e Dunckel firmano un contratto prima con l’etichetta inglese trip hop Mo’Wax e successivamente con la francese Source, pubblicando i singoli “Casanova 70” e “Le soleil est prés de moi”. Nonostante la Mo’Wax e la Source siano legate in qualche modo alla scena della dance, gli Air sembrano fin dal primo momento volersi discostare dal concetto di musica da ballo: le loro influenze principali sono infatti artisti come Tomita, Jean-Michel Jarre e Vangelis, maghi dei sintetizzatori e del moog, il loro strumento preferito. Nel 1997, grazie ai primi interessanti singoli e ad un forte appoggio da parte dei media inglesi, gli Air iniziano a essere richiesti da molti artisti come Depeche Mode e Neneh Cherry, che li ingaggiano per remixare i loro pezzi. Poco dopo, sempre per la Source, scrivono un brano insieme a Jean-Jacques Perrey, uno dei pionieri della “musica concreta”. L’anno successivo, nel 1998, dopo essere entrati nell’orbita della Virgin, il duo pubblica il disco d’esordio, MOON SAFARI; i singoli estratti dal disco, "Sexy boy" e "Kelly watch the stars", hanno un buon riscontro sia in Inghilterra che negli Stati Uniti, e gli Air si imbarcano in un tour mondiale in compagnia di Sean Lennon. Nel 2000 esce la colonna sonora del film THE VIRGIN SUICIDES di Sophia Coppola mentre nella primavera del 2001 Nicolas Godin e Jean-Benoit Dunckel pubblicano il terzo album, l’ambizioso 10 000HZ LEGEND. Dopo un periodo di silenzio, una fugace collaborazione alla stesura della colonna sonora di un altro lungometraggio della Coppola, "Lost in translation" e una curiosa collaborazione con lo scrittore Alessandro Baricco per un disco di “reading”, i due tornano sulle scene con il disco TALKIE WALKIE, alla realizzazione del quale prende parte anche il rinomato produttore Nigel Godrich (Radiohead). Il sodalizio si ripete tre anni dopo con POCKET SYMPHONY, album ispirato alla cultura giapponese a cui prestano voce, in un brano ciascuno, Jarvis Cocker e il Divine Comedy Neil Hannon. Nel 2009 è l'ora del sesto album LOVE 2, un lavoro autoprodotto dal duo francese, registrato senza l'ausilio di grandi vocalist, ma con il supporto di un batterista come non accadeva dal 2000. Il lavoro ripete le sonorità elettroniche rarefatte già esplorate dal gruppo.

Nel 2012 viene pubblicato LE VOYAGE DANS LA LUNE, anticipato dal singolo “Seven stars” con Victoria Legrand dei Beach House.
Nel 2014 esce, in edizione limitata, il doppio vinile MUSIC FOR MUSEUM. (09 gen 2018)