Recensioni / 14 gen 2019

Simone Gall - VICTORY OR DEATH - la recensione

Voto Rockol: 3.5 / 5
VICTORY OR DEATH
Simone Gall

Avvalendosi di una indubitabile competenza, e forte di una corposa varietà di fonti principalmente internazionali, l’autore ricostruisce minuziosamente le vicende della band che sarebbe diventata i Guns N’Roses dagli inizi alla pubblicazione di “Appetite for destruction” (21 luglio 1987), l’album di debutto della formazione. L’intento è sostenere la tesi che quello sia “per molti versi il più grande debutto della storia del rock”; Gall (Simone Gallo Cassarino) lo persegue appassionatamente, e in maniera convincente anche per un non adepto quale sono io. Poi, certo, è il libro di un fan per i fan: quindi è estremamente dettagliato, approfondito, minuzioso, fitto di rimandi comprensibili solo da chi maneggi la materia. Ma non commette l’errore di dare le cose per scontate: le racconta, le motiva, le spiega, e così risulta leggibile anche da un “non adepto”. Qualche scelta lessicale, soprattutto nell’aggettivazione, mi lascia perplesso; ma capisco che si tratta di una scelta personale, non di scarsità di vocabolario (anzi), quindi non sto a sottilizzare. Apprezzando, in modo particolare, il fatto che il libro è stampato in proprio, e quindi è quel che si dice un “labour of love”.

Franco Zanetti